Castagnaccio morbido – Facile veloce e buonissimo

Questa stagione non mi piace, l’autunno mi rende triste e il suo arrivo significa addio caldo!!! Ma in autunno ci sono anche tante cose buone da mangiare!!! Io amoooooo le castagneeeee!!! Mio papà ogni anno, fin da quando ero bambina, aspetta il momento giusto e carica la macchina di secchi, cesti e sacchetti per avventurarsi nei boschi alla ricerca di castagne. Ancora oggi aspetto con ansia quel momento e curiosa mi chiedo “quanti chili ne porterà a casa questa volta?” e i chili sono sempre tantissimi!!! Poi comincia la distribuzione a parenti e amici!!!!
Quest’anno purtroppo la tradizione della raccolta è saltata perchè gli acciacchi e soprattutto il mal di schiena non gli hanno permesso di abbassarsi ed alzarsi continuamente per raccogliere i frutti dal terreno…
Ma ci consoliamo con la farina di castagne biologica che ormai si trova ovunque e, come da richiesta del mio nonnino che voleva un castagnaccio bello morbido come quello che mia nonna gli comprava in panetteria… ecco che ifood nella veste di Chiara, corre in mio soccorso e mi passa una ricetta collaudata e precisa e il risultato è stato ottimo!!! Grazie di cuore Chiara!!! Ecco il mio castagnaccio:

20161118_110250-castagnaccio

CASTAGNACCIO MORBIDO E ALTO

Ingredienti (per una tortiera apribile da 22 cm)

300 gr di farina di castagne
350 ml di acqua
100 gr di uvetta
50 gr di pinoli
50 ml di olio EVO
Rosmarino

collage-1

Riempite una tazza d’acqua tiepida e mettetevi a mollo l’uvetta per una decina di minuti, in modo che si ammorbidisca.
Versate la farina di castagne in una ciotola, insieme a un pizzico di sale.
Unite lentamente l’acqua, mescolando bene con una frusta, per evitare la formazione di grumi – dovete ottenere un impasto omogeneo e non troppo liquido (simile alla pastella dei pancake), ma se fosse necessario unite altra acqua, un cucchiaio alla volta.
Aggiungete metà dell’olio (25 ml), metà dell’uvetta ben strizzata, metà dei pinoli e qualche ago di rosmarino.
Foderate di carta da forno il fondo di una tortiera da 22 cm, poi ungete con il resto dell’olio sia il fondo che i bordi.

collage-2Versate l’impasto nella teglia, cospargete la superficie con il resto dell’uvetta, dei pinoli e con gli aghi di rosmarino.
Infornate nel forno ben caldo a 200° per 30 minuti – dovrà risultare ben dorato in superficie – sopra deve formarsi una crosticina, ma dentro deve restare morbido.
Fatelo raffreddare su una griglia, poi servitelo.

20161118_110244-castagnaccio

TORTA DI RISO & LATTE

Ed
eccoci nuovamente qui, a cucinare per la tanto attesa sfida mensile dell’MTC.
Questa volta l’argomento è il riso. I classici risotti sono banditi dal
regolamento.
Quando
devo scegliere una portata da preparare, do sempre la priorità ai dolci! E’
troppo bello impastare, incrociare le dita e sperare che il risultato finale
sia perfetto! Per questo motivo, ho scelto di preparare una torta di riso.
Sinceramente non mi attirava per niente l’idea della “torta di riso e latte”,
non amo particolarmente questo abbinamento ma mi sono detta: “devi fare
qualcosa per l’MTC, prepara sta benedetta torta e al massimo la regalerai a
qualcuno che apprezza!!!
”… e vada per la torta!!!
Appena
sfornata emanava un profumo delizioso e non ho resistito, ho atteso che si
raffreddasse, ho invitato mia mamma per la merenda e ho affondato i denti… una
bontà!!!! Davvero, non pensavo fosse così buona!!! E dopo questa prima volta,
so che la rifarò presto!!! Come sempre dico GRAZIE MTC!!!!!
 
 
 
Torta di
riso & latte
 
Ingredienti
200 gr di riso
100 gr di zucchero semolato
100 gr di uvetta
3 uova medie
700 ml di latte
300 ml di acqua
50 gr di burro
Sale
 
Procedimento:
Scottate il riso per un minuto in acqua
bollente, poi scolatelo e sciacquatelo sotto acqua fredda,
Mettete in una pentola il latte, l’acqua, lo zucchero
e un pizzico di sale e portate ad ebollizione. Solo ad ebollizione avvenuta
aggiungete il riso e lasciate cuocere mescolando, finché il riso avrà assorbito
tutto il latte e il composto diventerà cremoso.
Lasciate raffreddare completamente.
 
Poi iniziate ad aggiungere un uovo alla
volta, non inserite l’uovo successivo finchè non sarà amalgamato completamente
il precedente.
Inserite poi il burro fuso e l’uvetta.
Mescolate.
Versate il composto in una tortiera imburrata
ed infarinata.
Cuocete in forno ventilato a 190 gradi per 45
minuti.
 
Con questa ricetta partecipo all’MTC di Settembre dedicato al Riso:
 
http://www.mtchallenge.it/2014/09/mtc-n-41-la-ricetta-della-sfida-e.html
 
 

Il castagnaccio… senza pinoli

Qualche giorno fa il mio nonnino mi attendeva gioioso davanti alla porta di casa dei miei genitori… la cosa mi ha resa sospettosa, lui di solito, quando io arrivo, è sempre seduto comodo sul suo divano, al buio, con la tele accesa e aspetta che io vada a salutarlo… ma questa volta era lì, con un gran sorriso stampato in  faccia… ed ecco che, dopo avermi dato un bacione sulla guancia mi chiede: “Cosa si può fare con la farina di castagne?” e io rispondo “Un sacco di cose! Perchè?” e lui “Visto che ti piace fare dolci, magari potevi prepararmi qualcosa… Ho comprato la farina di castagne oggi al supermercato”, ma io sapevo già dove voleva andare a parare: lui voleva il castagnaccio!!!! Ma non osava chiedere! 
Quando la mia nonnina era ancora con noi, quindi fino all’anno scorso, in questo periodo dell’anno, facevano scorpacciate di castagnaccio, fino a farsi venire la nausea!!! Ma era la mia nonna ad occuparsi di tutto, ed ora lui si sente sperduto e quando vuole qualcosa ha difficoltà a chiederla… 
Comunque, gli dico “Nonno, se vuoi ti faccio il castagnaccio, ma senza pinoli, perchè a casa non li ho”, lui tutto felice, cercando di nascondere il suo entusiasmo mi risponde: “Quello che mangiavamo io e la nonna non aveva i pinoli!!! Un piccolissimo sacchettino di pinoli costa 7 euro!!! Metti solo l’uvetta!!! Non dobbiamo mica fare un mutuo per mangiare il castagnaccio!!!!!”
Giusto nonno, hai proprio ragione!!!!!
Io sono tornata a casa e mi sono messa subito all’opera. Alle 21:20 suonavo il campanello e consegnavo al mio nonnino un bel piatto con al centro il suo castagnaccio senza pinoli!!! Aveva già tolto i denti e se li è rimessi subito perchè non poteva aspettare, doveva mangiarlo subito!!!!
L’indomani, l’aveva già finito!!!! 
E’ bello accorgersi che, basta veramente poco per far felice chi ami….
Ecco la ricetta:

IL CASTAGNACCIO… SENZA PINOLI

Ingredienti:
250 gr di farina di castagne
350 ml di latte freddo
2 cucchiai di olio EVO
150 gr di uvetta
1 cucchiaino di sale

Procedimento:
Mettete in una bacinella (o nella planetaria) la farina di castagne, iniziate a mescolare con la frusta e senza smettere, versate poco alla volta il latte freddo (non devono esserci grumi).
Aggiungete l’uvetta e mescolate.
Poi il sale e l’olio, continuando a mescolare.
Ungete con olio EVO una teglia rotonda da 24 cm di diametro. Versateci il composto e infornate a 200 gradi per circa 45 minuti o finchè vedrete formarsi delle crepe sulla superficie.
L’interno del dolce deve essere umido e morbido, poi si indurirà durante il raffreddamento.

Inoltre vi rinnovo l’invito alla mia sfida mensile dedicata ai dolci:

Ricetta di Lisa per il mio contest e aggiornamento contest!

Buongiorno a tutti!
Come avrete notato è da una decina di giorni che non scrivo sul blog. Per me è un periodo molto intenso, sto svuotando casa mia per trasferirmi con Luca in casa NOSTRA!
Sabato mattina 30 aprile traslocheremo quindi vi avviso fin da ora che il contest DOLCEMENTE MELA MANGIO andrà in scadenza a mezzanotte di sabato; fino a quell’ora avrete tempo per inviare le vostre ricette. Non potrò pubblicare il post di chiusura contest il giorno stesso perché il mio computer sarà collegato nella nuova casa solo lunedì o martedì.
Abbiate pazienza, ve ne prego!!!!! Comunicherò i nomi dei vincitori appena possibile e naturalmente saprete anche quali premi riceverete!!!!
Grazie a tutti per la comprensione!
Nel frattempo vi posto la ricetta che la cara Lisa mi ha inviato via mail per partecipare al contest. Grazie Lisa!

CESTINI DI MELA
1 confezione di pasta sfoglia (o briseè)
6 mele golden
2 pere
50 g di uvetta sultanina
zucchero di canna per il caramello (non l’ho mai pesato, ad occhio)
2 chiodi di garofano
spolverata di cannella
opzionali:
pinoli
noci tritate
un cucchiaino di liquore alla mela
La verità è che per la fretta non peso mai gli ingredienti, ma mi fido spudoratamente del “fare ad occhio”; il che velocizza, ma rende anche le ricette irripetibili: difficile ricordarsi le quantità della volta precedente!!
Poi con la frutta si deve variare a seconda delle dimensioni, del proprio gusto (c’è chi zucchera) e se questa presenti qualche lato ammaccato.
PROCEDIMENTO
Ammorbidire l’uvetta per almeno 15 minuti in acqua tiepida.
Intanto spezzettare la frutta che va tagliata a pezzettini molto piccoli, cubettini di circa 1 cm cubo.
Va poi sistemata in un pentolino, irrorata con una spruzzatina di acqua se fosse troppo asciutta, io ne metto 1 tazzina da caffè al massimo.
Vanno messi i 2 chiodi di garofano e la spolveratina di cannella. Io talvolta metto anche un cucchiaino di liquore, ho un distillato alla mela
che uso per l’occasione.
Il tutto va lasciato cuocere con coperchio a fiamma bassa finchè il composto diventa morbidissimo.
Generalmente 20 minuti sono sufficienti.
Intanto ricavare dalla pasta sfoglia dei cerchi di circa 10 cm di diametro.
L’ideale è possedere gli stampini in silicone per i muffins.
Questi stampini vanno foderati di sfoglia che rimarrà l’involucro esterno dei cestini.
I cestini così ricavati vanno riempiti del composto di frutta a cui si deve ricordare di levare i due chiodi di garofano!
Vanno leggermente avvicinati i lembi di sfoglia.
COTTURA
Il tutto va sistemato in forno per circa 10 minuti a temperatura di circa 180°C.
Quando diventano leggermente dorati vanno sfornati.
I cestini sono ottimi se serviti tiepidi perchè rimangono molto croccanti.
Prima di servire infine far sciogliere uno strato di zucchero di canna in pentola antiaderente. Appena comincia a caramellare, lo zucchero va colato sui cestini;
sono bellissimi anche i fili di zucchero che si formeranno.
La ricettina è davvero semplice e molto veloce e si presta a tantissime varianti, ad esempio aggiungendo frutta secca, pinoli, purchè sempre spezzettati!
Buon appetito!
Ciao More, grazie
Lisa

Torta multistrato con frutta secca

Torta multistrato con frutta secca


Ingredienti 

Per la pasta
  • 200 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 160 gr di olio
  • 1 bustina di lievito
  • 200 gr di farina
  • 100 gr di carote
  • 50 g di uvetta 
  • 25 gr di nocciole tritate
  • un pizzico di sale
  • cannella
Per il ripieno
  • 2 albumi d’uovo
  • qualche goccia di succo di limone
  • 200 gr di zucchero
  • un bicchiere d’acqua
  • preparato per gelatina
  • 60 g di burro 
  • mezzo bicchiere di latte
  • 50 gr di uvetta
  • 50 gr di prugne secche
  • 50 gr di albicocche secche
Per la glassa:
  • 100 g di cioccolato
  •  50 g panna 

Procedimento

Sbattere con una frusta le uova con lo zucchero e il sale. Aggiungere poi l’olio e sbattere per 1-2 minuti. Grattugiare le carote. 
Aggiungere l’uvetta, la cannella, la farina mescolata con il lievito, le nocciole e le carote. Mescolare il tutto, ungere una teglia e versarvi l’impasto.
Cuocere per 45 minuti a 180 ° C. 
Preparare la crema: montare a neve gli albumi con il succo di limone. 
Preparare la gelatina e versatela negli albumi montati a neve. Sbattere per alcuni minuti. Poi aggiungere il burro sbattuto, il latte, le prugne, le albicocche, l’uvetta e mescolare. 
Quando la torta sarà cotta, dividerla in 3 strati, e vrsare il ripieno su primi due.  
Mettete in frigorifero la torta un’ora. 
Per la glassa: far sciogliere in un pentolino il cioccolato con la panna.
Versare la glassa sulla parte superiore della torta, lisciarla con una spatola o un coltello. 
 
CONSIGLIA Ciambella con sorpresa