Browsing Category

Semifreddi

cioccolato/ Dolci/ Panna/ Semifreddi

Mousse al cioccolato bianco e Oreo senza uova

Il caldo ormai è arrivato e si fa sentire ma la voglia di far dolci non mi passa mai! L’unico problema è che accendere il forno con giornate da 37 gradi all’ombra mi fa rischiare il divorzio! Quindi per una grigliata con gli amici meglio orientarsi sempre verso dolci al cucchiaio o comunque freddi.
Questa mousse al cioccolato bianco è nata per soddisfare una voglia della mia migliore amica che è incinta, non contiene uova, è fresca ed è velocissima da fare.

DSC_0572 b

DSC_0568 b

Mousse al cioccolato bianco e Oreo senza uova

Ingredienti:

250 gr di cioccolato bianco
500 ml di panna da montare
130 ml latte
14/15 oreo

Spezzettate il cioccolato bianco e mettetelo in una padella con fondo spesso insieme al latte, fondete a bagnomaria mescolando ogni tanto; quando il cioccolato si sarà sciolto completamente mettete da parte per qualche minuto.
Nel frattempo montate la panna a neve ben ferma. Mettete da parte 8 oreo che vi serviranno per decorare gli otto bicchierini che otterrete e frullate i restanti biscotti con un mixer affinché diventino polvere.
Versate il cioccolato fuso nella panna montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto, ora aggiungete parte dei biscotti ridotti in polvere, circa la metà o poco più. Riempite i bicchierini fino a un centimetro circa dal bordo, coprite con un po’ di polvere di biscotti e inserite al centro gli Oreo interi, ma solo al momento di servire altrimenti diventeranno molli.

DSC_0574 b

Dolci/ Frutta/ Nocciole/ Pan di spagna/ Pere/ Ricotta/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte

Torta ricotta e pere

No,
non sono scappata su un’isola deserta! Le vacanze sono finite e io ho cercato di
rilassarmi il più possibile…
Siamo
stati in Salento, per il secondo anno consecutivo abbiamo deciso di passare le
nostre vacanze in uno dei posti più belli d’Italia. L’anno scorso ci siamo
andati per la prima volta e io ci ho lasciato il cuore… così anche quest’anno
ci siamo tornati.
Non
so descrivere le emozioni che mi provoca il Salento… sono troppe e tutte
positive… per me è un luogo in cui rifugiarmi per ricaricare anima e spirito… e
vorrei trasferirmi lì… ci sto davvero pensando ma non ho l’approvazione di mio
marito che, per problemi “logistici” preferisce restare qui, in Piemonte, dove
si sente al sicuro a livello lavorativo… e come biasimarlo??? Ma state certi
che non mi arrenderò!!!
In
questo mese di assenza è successo di tutto nella mia vita… cose che mai mi
sarei aspettata e che mi hanno sconvolta… Non starò qui a raccontarvele ma una
cosa ve la dico: “Apprezzate ogni piccola cosa, anche la più
insignificante, fatene tesoro e tenetevela stretta… perché la vita è imprevedibile
e in un istante può distruggere ogni certezza… non lamentatevi per le fesserie,
non ne vale la pena… ci sono cose più importanti su cui soffermarsi…”
E
dopo questo attimo di saggezza vi consiglio di provare la più famosa torta del
grande pasticcere Salvatore De Riso, la torta di ricotta e pere… Un delirio di
sensazioni gustative che vi lascerà stupefatti! E’ un po’ impegnativa ma vi
assicuro che ne vale la pena!!!
Torta
ricotta e pere
Di Salvatore De Riso
Pan di spagna alle
nocciole
65 g di zucchero
150 g di uova intere (circa 3)
90 g di nocciole intere tostate e spellate
30 g di farina 00
50 g di burro fuso
Farcia alla ricotta
400 g di ricotta fresca di latte vaccino
150 g di panna fresca montata
150 g di zucchero
1 baccello di vaniglia
Bagna alla pera
100 g di acqua
70 g di zucchero
50 g di distillato di pere (io ho usato la
Vodka Absolute alla pera)
Per la farcia alle
pere
175 g di pere pennate (io ho usato le Williams)
50 g di zucchero
10 g di distillato di pere (Vodka Absolute
alla pera)
3 g di amido di mais
1/2 limone
Olio EVO
Procedimento:
Preparate il pan di spagna montando le uova
con lo zucchero per una quindicina di minuti, il volume iniziale deve quadruplicare;
Macinate le nocciole con la farina.
Fate fondere il burro a fuoco basso senza
farlo bollire.
Incorporate alle uova montate, le nocciole
con la farina, senza smontare il composto, infine unite il burro fuso.
Stendere uniformemente il composto in due
tortiere da 22 cm di diametro precedentemente imburrate ed infarinate e cuocere
in forno preriscaldato a 180°C per circa 10 minuti.
Preparate la farcia, mantecando la ricotta con lo zucchero e la vaniglia
lavorandola con le fruste per 5 minuti; incorporarvi la panna montata ben soda.
Preparate la
bagna facendo bollire l’acqua con lo zucchero per trenta secondi; lasciate
raffreddare ed aggiungetevi il distillato di pere (vodka alla pera).
Per la farcia
alle pere, sbucciate le pere e tagliatele a cubetti, unite il succo di limone e
lo zucchero. In un pentolino mettete un filo di olio extravergine e cuocete le
pere a fuoco medio; quando vedrete il succo delle pere sul fondo della padella,
aggiungete l’amido di mais e cuocete per altri due minuti. Aggiungete il
distillato di pere (vodka alla pera), togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Procedere al
montaggio del dolce. Sistemate un anello d’acciaio di 22 cm di diametro su un
piatto, adagiate al suo interno un disco di pan di spagna e inzuppatelo con la
bagna alle pere; farcite con la farcia alla ricotta ed incorporate i cubetti di
pera. Posizionate il secondo disco di pan di spagna, inzuppatelo e lasciate raffreddare
in freezer per 2 ore. Sfilate l’anello e trasferite il dolce in frigorifero
fino al momento di servirlo. Spolverate con abbondante zucchero a velo.
cioccolato/ Dolci/ Nocciole/ Semifreddi/ Senza categoria

Salame al gianduia e nocciole

Eccomi quà, stanca ma felice, sempre presa dalle centinaia di cose che ho da fare. Ho scoperto di essere anche una piccola giardiniera!!! Si, e mi diverto un sacco!!!! Ultimamente stiamo sistemando il nostro giardino e benchè la parte esterna della casa sia un compito di Luca (nel senso che dentro casa faccio tutto io quindi ci siamo accordati affinchè lui pensasse a tenere a posto l’esterno), ultimamente gli sto dando una mano anche io, perchè vorremmo che fosse a posto per il nostro matrimonio, per poter fare un po’ di foto anche a casa nostra!!! 
Quindi, con attrezzi in mano, ho scoperto di avere una forza che non immaginavo nemmeno!!! Sono riuscita a caricare carriole di terra bagnata, trasportarle per il cortile, rovesciarle e poi, con un grande rastrello, spianare la terra per livellare il tutto!!!! Ovviamente il giorno dopo la mia schiena gridava AIUTO, ma mi sono divertita!!!! E domenica ho preparato una piccola aiuola piantando bulbi di calle, lilium e fiorellini vari… speriamo che spuntino!!!! Insomma, non sto mai ferma!!!
Ma quando tutto sarà a posto saremo soddisfatti e fieri delle nostre fatiche!!!!!
 
E, passando al dolce, oggi vi lascio una ricetta che vale, una ricetta che vi consiglio di provare perchè, una volta provata non la lascerete più!!! Si tratta di un salame, ma non il classico salame al cioccolato!!! Un salame al gianduia che contiene tante nocciole intere!!! Intenso nel sapore ma non nauseante e bello da vedere!!!! Lo regalo alla bravissima Vale, per il suo giveaway, Vale che stimo moltissimo soprattutto per la sua bravura nella realizzazione dei dolci e nella loro decorazione, una maestra per chi come me ha voglia di imparare il cake design. Vale, provalo, è sublime!!!!

 

 

SALAME AL GIANDUIA E NOCCIOLE

Ingredienti:
500 gr di cioccolato gianduia
100 gr di nocciole intere
100 gr di burro
Zucchero a velo

Procedimento:

Spezzate il cioccolato a cubetti e mettetelo nella planetaria. Con la foglia a K a bassa velocità fate ammorbidire il gianduia (non dovete sciogliere il cioccolato a bagnomaria, assolutamente!!! Sarà il calore della rotazione in planetaria che renderà morbido il gianduia).
Quando il composto sarà diventato una sorta di impasto modellabile, aggiungete il burro a pezzetti e amalgamate.
Togliete dalla planetaria, aggiungete le nocciole intere e impastate a mano, aiutandovi con carta da forno, per modellare il composto e dargli la forma di un salame.
Rotolate il salame nello zucchero a velo, avvolgetelo nella carta stagnola e lasciatelo indurire in frigorifero (io l’ho lasciato tutta la notte).
Tiratelo fuori dal frigo circa un’ora prima di mangiarlo e tagliatelo a fette.

 

 

 

Con questa ricetta partecipo al giveaway della dolce Vale

 

 

Dolci/ Mascarpone/ Rhum/ Savoiardi/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte

Charlotte al mascarpone, cacao e biscotti

A che ora è la fine del mondo?????
Sono qui davanti al PC e questo vuol dire che siamo ancora vivi!!!!
E’ assurdo quanto la televisione e la stampa approfittino di certe situazioni… dedicano intere pagine e intere trasmissioni ad un argomento che probabilmente non ha nessun fondamento… Pagano personaggi messi lì per raccontare qualcosa che serva ad incuriosire la gente… Sprecano il loro ed il nostro tempo per allarmare l’umanità… è tutto questo a quale scopo? Credo che lo facciano perchè ormai tutto fa notizia e perchè non sanno più cosa raccontare per attirare l’attenzione dei telespettatori. Ma sinceramente io lo trovo triste, molto triste…
Preferisco preparare dolcetti con la musica in sottofondo piuttosto che regalare loro un punto in più di share… ed infatti, prima che il mio discorso degeneri troppo, direi che è meglio parlare di cucina!
Sabato scorso, siamo stati invitati a cena da cari amici e io, come sempre, ho portato il dolce. Una charlotte addobbata in stile natalizio, mooolto impegnativa per lo stomaco, con mascarpone, cacao e biscotti, racchiusa da savoiardi inzuppati in latte e rhum!!!!

 CHARLOTTE AL MASCARPONE, CACAO E BISCOTTI

Ingredienti:
500 gr di mascarpone
4 uova
120 gr di zucchero a velo
4 cucchiai di cacao amaro
10 biscotti pan di stelle
4 fogli di colla di pesce
Latte
Rhum
Savoiardi

Per decorare:
Meringhette
Cacao amaro

Procedimento:

Mettete in ammollo la colla di pesce in acqua fredda per 10/15 minuti.
Dividete i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi a neve ben ferma e metteteli da parte.
Montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca ed omogenea.
Unite alla crema di tuorli il mascarpone e mescolate.
Aggiungete al composto il cacao amaro setacciato e senza grumi e i biscotti precedentemente sbriciolati con un batticarne.
A questo punto prendete la colla di pesce, strizzatela per bene e mettetela in un pentolino con un goccio d’acqua calda, mascolate e fatela sciogliere, eventualmente accendete il fuoco a fiamma bassa, ma mi raccomando, non fate bollire!
Versate la gelatina nella crema di mascarpone e mescolate per amalgamarla.
Aggiungete gli albumi montati, mescolando dal basso verso l’alto e facendo attenzione a non smontarli.
In un piatto fondo mettete il latte freddo mischiato con il rhum.
Prendete un piatto da portata, adagiate al suo interno uno stampo regolabile senza fondo, e create un dimetro di circa 22 cm. Ricoprite la base e le pareti con i savoiardi inzuppati nel latte e rhum (non inzuppateli troppo altrimenti si romperanno!!!). I savoiardi dovranno essere spezzati in base all’altezza della charlotte che volete realizzare.
Versate nello stampo metà della crema, ricoprite con un altro strato di savoiardi inzuppati e chiudete con il resto della crema.
Lasciate riposare in frigorifero per almeno 6 ore.
Prima di servire spolverizzate la superficie con cacao amaro e meringhette.
Buon Weeek end cucciole! Ci risentiamo il 24 o al massimo il 25 per una nuova ricetta natalizia e per farvi tanti auguri di Buon Natale!!!!
Amaretti/ Dolci/ Frutta/ Mascarpone/ Pesche/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte

Torta tiramisù alle pesche

Buona domenica amiche mie!
La settimana che sta per iniziare sarà per me l’ultima prima delle vacanze estive!!! 
Giovedì vi saluterò e ci rivedremo a fine agosto, partiamo finalmente!!!
Negli ultimi 14 anni, da quando io e Luca abbiamo iniziato la nostra vita insieme, non abbiamo saltato un anno, per noi non è estate senza un bel viaggio!!!! Abbiamo visitato molti posti, cambiando sempre meta, per vedere cosa c’è nel mondo e, approfittiamo anche dei vari ponti festivi per partire.
Ho notato però che da quando abbiamo preso casa, non sento più la necessità di partire… sto tanto bene nel mio nido, mi sento protetta, avvolta da una piacevolissima sensazione di armonia. Questo non vuol dire che viaggiare non mi piaccia più, dico solo che, mentre in passato non osavo nemmeno pensare di poter rinunciare a un viaggio, adesso potrei tranquillamente farlo senza provare angoscia.
Ritengo che questa sia una cosa positiva, vuo dire che mi sento appagata, ricca e felice, senza dover ricorrere ad espedienti diversi… la mia quotidianità, nonostante sia piena di responsabilità e di stress mi soddisfa così com’è.
Resta comunque il fatto che, una volta arrivata a destinazione, resto sempre affascinata da ciò che incontro, mi piace scoprire posti nuovi, culture diverse, gente nuova… amo viaggiare, ogni città ha il suo fascino e mi lascia sempre qualcosa nel cuore, quindi non rinunceremo ai nostri viaggi, questo è certo, ma dico solo che se non potessi più farlo, avrei comunque la gioia nel cuore perchè penso che non mi manchi niente nella mia vita, ho un compagno che amo da anni e che mi contraccambia, una casa meravigliosa, dei buoni amici, una famiglia che mi ama, dei suoceri con cui vado d’accordo, i miei cari amici animali che mi adorano e che rendono piena la mia vita… e un giorno avremo dei bimbi (spero presto) e… e…. non potrei chiedere di più!
Bene, dopo lo sfogo, passiamo alla ricetta: quando i miei genitori ci invitano a cena, io devo preparare il dolce!!! Mio papà è un golosone e quando vede una torta, i suoi occhi luccicano!!!!!
Avevo delle profumatissime pesche nel frigorifero, che quest’anno sto mangiando tantissimo e ho deciso di preparare un fresco tiramisù alle pesche ma, in versione torta!!!! Mio papà l’ha definito “delicato e veramente buono”!!!!!!!! Eccolo:

TIRAMISU’ ALLE PESCHE

Ingredienti:

Per la purea di pesche:

3 pesche grandi
90gr di zucchero semolato
Il succo di mezzo limone

Per la torta:

Una confezione intera di Pavesini
500gr di mascarpone
4 uova
120gr di zucchero a velo
Latte freddo
10 Amaretti
1 anello apribile senza fondo

Procedimento:
Sbucciate le pesche, tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino, aggiungete il succo di mezzo limone e i 90gr di zucchero semolato. Accendete il fuoco e lasciate cuocere per 15 minuti.
Spegnete il fuoco e mettete le pesche nel frullatore per formare una purea.
Lasciate raffreddare e nel frattempo, prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi.
Montate i tuorli con lo zucchero a velo fino a formare una crema chiara e spumosa.
Aggiungete il mascarpone e mescolate bene.
A parte, montate gli albumi a neve con le fruste elettriche (dopo averle lasciate qualche minuto in freezer), con un pizzico di sale, che favorisce la montatura.
Versate gli albumi montati nella crema di mascarpone girando con una spatola dal basso verso l’alto cercando di non smontare il tutto.
Prendete un piatto grande, da portata e adagiatevi un anello apribile regolato su un diametro di circa 24 cm.
Foderate il fondo con uno strato di pavesini imbevuti nel latte freddo, poi fate uno strato con la metà della purea di pesche, distribuendola uniformemente.
Adesso utilizzate poco più di un terzo della crema di mascarpone e livellatela sopra alla purea di pesche.
Procedete con un altro strato di pavesini, uno strato di purea di pesche e uno strato di crema.
Per finire, fate un ultimo strato di pavesini, ricoperti con la crema rimasta.
Frullate e riducete in granella gli amaretti. Utilizzateli per ricoprire la torta.
Mettete in freezer per un’ora per facilitare l’indurimento della torta.
Se non avete un anello apribile potete utilizzare una normalissima teglia, come quella delle lasagne.
CONSIGLIA Torta di mais