Browsing Category

Primi piatti

Patate/ Primi piatti/ Zucca

VELLUTATA DI ZUCCA

Siamo nel pieno della stagione della zucca. Mio marito aspetta pazientemente che arrivi il suo periodo di maturazione per farne una scorpacciata! Abbiamo voluto provare a fare una vellutata, per scaldarci in queste sere che ormai dalle mie parti sono fredde…
Mi è piaciuta e ve la ripropongo!
N0n riesco a scrivere i miei soliti lunghi post… col mio piccolo Andrea devo fare in fretta perchè da un momento all’altro potrebbe svegliarsi!!! Quindi scrivo a round… 10 minuti alla volta… Mi dicono che col passare dei mesi i bimbi si calmano… voglio crederci!!!! Adesso Andrea non ha neanche 3 mesi quindi è presto per giudicare.

Ecco a voi la vellutata di zucca!

Vellutata zucca 2ok

VELLUTATA DI ZUCCA
Write a review
Print
Ingredients
  1. 600 gr di zucca napoletana
  2. 350 gr di patate
  3. Mezza cipolla bianca
  4. Brodo vegetale
  5. 150 ml di panna da cucina
  6. Timo
  7. Sale e pepe
  8. Olio EVO
Instructions
  1. Tagliate a cubetti la zucca e le patate,
  2. Fate un soffritto con la cipolla e l'olio EVO, aggiungete zucca e patate e fate rosolare per 10 minuti.
  3. Versate il brodo nella pentola fino alla copertura totale.
  4. Salate, pepate e aromatizzate con un pizzico di timo.
  5. Fate cuocere per circa 20 minuti poi frullate.
  6. Condite con un filo d'olio a crudo.
  7. Se volete raggiungere una consistenza più densa e cremosa aggiungete 150 ml di panna in cottura.
Morena in cucina http://www.morenaincucina.ifood.it/
Vellutata zucca 1 ok

 

Besciamella/ Formaggio/ Mozzarella/ Piselli/ Primi piatti/ Salsiccia/ Senza categoria

Lasagne pasticciate con ragù di salsiccia

Io amo le lasagne, le amo alla follia! Ne ho fatte tante nella mia vita, dalle classiche con ragù d carne, a quelle pasticciate, e tante ne farò ancora, sperimentando sapori e colori.
Quello che vi propongo oggi è un piatto ricco, un primo che contiene vari ingredienti e che sicuramente è consigliabile mangiare a pranzo piuttosto che a cena, ma vi consiglio di provarlo perchè è davvero buono! Non mi perdo in chiacchiere e vi presento le mie lasagne pasticciate con ragù di salsiccia.
 

Lasagna-1

Lasagna-2

LASAGNE PASTICCIATE CON RAGU' DI SALSICCIA
Write a review
Print
Ingredienti per il ragù
  1. 500 gr di salsiccia
  2. 700 ml di passata di pomodoro
  3. Sale qb
  4. Mezzo scalogno
  5. Olio EVO
Per la besciamella
  1. 500 ml di latte
  2. 50 gr di burro
  3. 50 gr di amido di mais
  4. Sale
  5. Noce moscata
Per il resto
  1. 250/300 gr di lasagne
  2. 1 mozzarella
  3. 1 latta di piselli (400 gr)
  4. 2 uova sode
  5. Parmigiano grattugiato
Instructions
  1. Preparate il ragù: fate un soffritto con lo scalogno e un dito d'olio EVO, poi aggiungete l salsiccia tagliata a pezzetti e fatela rosolare per bene su ogni lato, aggiungete il sale, allungate con la passata di pomodoro e mezzo bicchiere d'acqua e lasciate cuocere mescolando ogni tanto per circa 30 minuti.
  2. Preparate la besciamella: in un pentolino a fondo spesso fate fondere il burro, poi aggiungete l'amido di mais e mescolate a formare il roux. Diluite con il latte e continuate a mescolare per non far formare grumi. Aggiustate di sale e grattugiate un pizzico di noce moscata.
  3. Portate ad ebollizione e proseguite sempre mescolando fino al raggiungimento della densità desiderata.
  4. Nel frattempo fate bollire le uova per renderle sode.
  5. Procedete con la composizione delle lasagne: inumidite il fondo di una teglia con un po' di sugo.
  6. Disponete il primo strato di lasagne e farcite con un po' di sugo, un po' di besciamella, di piselli, di uova sode tagliate a pezzetti, di mozzarella... continuate in questo modo fino all'ultimo strato poi ricoprite con abbondante Parmigiano.
  7. Infornate a 190 gradi per 30/35 minuti.
Morena in cucina http://www.morenaincucina.ifood.it/
Lasagna-3Lasagna-fetta

 
 

 

Formaggio/ Primi piatti/ Prosciutto/ Senza categoria/ Toma

CANEDERLI AL PROSCIUTTO SU FONDUTA DI TOMA PIEMONTESE

Quanti piatti ho assaggiato nella mia vita, e soprattutto quanti di questi piatti mi sono ripromessa di fare a casa! Capita a tutti, no? Si va in vacanza in un posto, si assaggiano i cibi locali e si torna a casa innamorati di quei sapori, con la promessa fatta a se stessi di rifarli con le proprie mani. Ho una lista lunghissima di cose che voglio assolutamente cucinare, e tra queste c’erano anche i canederli. Per questo sono felice che la sfida di gennaio dell’MTC sia dedicata a loro, queste gustose sfere di gusto, che permettono alla fantasia di creare il ripieno che più ci soddisfa.
Questa volta ho preferito non esagerare, ho scelto ingredienti semplici ma saporiti e sono molto soddisfatta del risultato. Ecco a voi il risultato:

Cotti-1

CANEDERLI AL PROSCIUTTO SU FONDUTA DI TOMA PIEMONTESE
Write a review
Print
Ingredients
  1. Ingredienti per il brodo
  2. -400 g di manzo;
  3. -1/4 di gallina;
  4. -1 costa di sedano;
  5. -2 carote;
  6. -1 cipolla;
  7. -2 cucchiai rasi sale grosso;
  8. -2 lt acqua fredda;
Ingredienti per i canederli
  1. -300 gr pane raffermo, a dadini -1cm max-;
  2. -250 ml latte intero;
  3. -2 uova;
  4. -40 gr parmigiano grattugiato;
  5. -100 gr di prosciutto cotto
  6. -1 cucchiaino raso sale fino;
  7. -1 pizzico pepe nero macinato;
Ingredienti per la fonduta
  1. -200 gr di toma piemontese
  2. -30 gr di burro
  3. -Mezzo bicchiere di latte (se serve per allungare)
Instructions
  1. Preparate il brodo mettendo in una pentola capiente tutti gli ingredienti. Portate a bollore poi abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere per circa 2 ore. Poi filtratelo con un colino.
  2. Preparate i canederli: prendete un terrina capiente e versatevi il pane raffermo.
  3. In una ciotola a parte unite le uova ed il latte a temperatura ambiente e sbattete leggermente per rendere il liquido omogeneo; versatelo sul pane, mescolate bene e lasciate riposare, mescolando ogni tanto, per un’ora.
  4. Intanto tagliate a pezzetti il prosciutto cotto.
  5. Prendete la ciotola col pane ammorbidito, saggiatene la consistenza con le mani.
  6. Dev'essere morbido, umido, ma non inzuppato, e compattandolo non dev'essere troppo appiccicoso.
  7. Aggiungete il parmigiano, il prosciutto, il sale e il pepe.
  8. Mescolate e impastate a fondo con le mani, compattando e distribuendo in maniera omogenea gli ingredienti, pressando bene.
  9. Il composto sarà leggermente colloso, rimangono dei piccoli residui sulle mani, ma pochissimi.
  10. Scaldate il brodo.
  11. Inumiditevi leggermente le mani e formate una sfera, prima roteando e poi pressando a fondo con le mani, che abbia un diametro di 4 cm.
  12. Fate subito la prova di cottura, con il brodo che sobbolle, per 5 minuti. Se Il canederlo rimane compatto e non si sfalda procedete con la preparazione delle altre palline.
  13. Cuoceteli in due tornate, non ammassateli nella pentola e lasciateli venire a galla senza stressare troppo la temperatura del brodo.
  14. Nel frattempo preparate la fonduta: tagliate a pezzetti la toma e il burro, mettete il tutto in un pentolino antiaderente e fate scaldare schiacciando il formaggio e mescolando, a fiamma bassa, fino a completo scioglimento; se il composto dovesse risultare troppo denso, allungate con un po’ di latte.
  15. Dopo la cottura, con una schiumarola togliete i canederli dal brodo e copriteli con la fonduta di toma.
Morena in cucina http://www.morenaincucina.ifood.it/

      Collage

Crudi-2

Crudi-1           

Con questa ricetta partecipo all’MTC di Gennaio

MTC-Marzo-2015:

Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Senza categoria

Paccheri con rana pescatrice

Ci
sono giorni, come gli ultimi che sto vivendo, in cui mi sembra di essere
circondata da persone felici, che si prefiggono un obiettivo e che, per quanto
arduo possa essere, riescono a raggiungerlo… Una dopo l’altra, giorno dopo
giorno, queste persone involontariamente, con la loro gioia e soddisfazione, mi
feriscono… non lo fanno apposta, manifestano la propria felicità in quanto
tale, e non fanno nulla di male ma io mi sento male… Perché mi accorgo che
nella vita ho dovuto guadagnarmi ogni singola cosa, e non è MAI, dico MAI,
stato facile raggiungere gli obiettivi, nemmeno i più semplici… Ho pianto, ho
urlato, ho lottato, ma c’è SEMPRE stato qualche ostacolo… e mi chiedo
“PERCHE’????”, perché ciò che per tutti è elementare, per me non lo è? Insomma,
io sono una persona solare, è difficile vedermi depressa, rido anche quando non
dovrei e cerco di mostrarmi sempre gioiosa per non guastare la felicità altrui…
Sarà per questo? Sarà proprio perché affronto le difficoltà col sorriso che me
ne si presentano così tante???? Se così fosse allora chiedo a chi ha deciso la
distribuzione delle penitenze, di riservarmi qualcosa di buono perché tra poco
io scoppioooooooooo!!!!!!!!
Come
al solito, i miei sfoghi sembrano incomprensibili ma, ci sono cose che sono
troppo personali per essere scritte in un blog, quindi mi limito a sfogare le
mie sensazioni senza entrare nel dettaglio… Ma adesso è meglio che passi alla
ricetta!!!!!
 
Rana
pescatrice? Ma che cos’è questo essere immondo brutto brutto??? E’ un pesce che, nonostante l’aspetto, è davvero buono e delicato! Vi consiglio di provarlo!
 
 
 
 
Paccheri
con rana pescatrice
 
Ingredienti
350 gr di paccheri
400 gr di rana pescatrice
300 gr di pomodorini
Aglio
Olio EVO
Mezzo bicchiere di vino bianco
2 acciughe
 
Procedimento:
Scottate la rana pescatrice in una pentola con
un filo d’olio EVO e uno spicchio d’aglio. Sfumate con mezzo bicchiere di vino
bianco e fate assorbire.
Togliete il pesce dalla padella, eliminate
l’osso centrale e spolpatelo.
Nella stessa pentola mettete i pomodorini
precedentemente lavati e tagliati a metà, e fateli appassire.
Rimettete dentro la rana pescatrice a
pezzetti e mescolate.
 
 
Nel frattempo fate cuocere i paccheri in
abbondante acqua bollente e tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura.
Rovesciate i paccheri scolati dentro la
padella con il condimento, aggiungendo un po’ d’acqua di cottura per amalgamare
il tutto.
 
 

 

 

 

Melanzane/ Mozzarella/ pomodoro/ Primi piatti/ Secondi piatti/ Senza categoria

Parmigiana di melanzane e… buone vacanze!!!

Nel nostro giardino sta spuntando
di tutto… è meraviglioso veder crescere i frutti del nostro amore per la natura…
e soprattutto è meraviglioso rendersi conto di come cambia il sapore della
frutta e della verdura se coltivata nel proprio giardino…
Quest’anno ho convinto mio marito a
piantarmi i lamponi, 3 piccole piantine che, secondo colui che me le ha vendute
non avrebbero dovuto germogliare… “Abbia pazienza signora, i lamponi li mangerà
il prossimo anno!
” e io delusa me ne sono tornata a casetta, li ho piantati nel
terreno e mi sono detta “Abbi pazienza Morena, l’anno prossimo li mangerai!!!!”.
Fortunatamente il venditore si
sbagliava perché le nostre piantine sono cresciute in modo impressionante,
triplicando il proprio volume!!! E i lamponi stanno maturando, saranno un
centinaio!!! Che meraviglia, sono troppo felice!!! Mi basta poco per sentirmi
felice!!!
 
E per questa estate vi lascio, il
blog va in vacanza e ritorna a settembre, mi prendo un mesetto di pausa per
concedermi le meritate ferie!!! Ma non smetterò di seguire voi che resterete!!!
Vi auguro Buone vacanze con la mia
Parmigiana di melanzane!
 
 
Parmigiana
di Melanzane
Ingredienti:
2 melanzane viola
500 gr di passata di pomodoro
2 mozzarelle
Parmigiano grattugiato
½ cipolla
farina 00 qb
olio extravergine di oliva
sale
pepe
olio di semi di per friggere
 
Procedimento:
Fate soffriggere la cipolla con l’olio
extravergine di oliva, aggiungete la passata di pomodoro, il sale ed il pepe e
fate cuocere per 15 minuti circa.
Tagliate a fette sottili le melanzane e
mettetele in un colino, ricopritele con il sale grosso per asciugarle, mettete
una pentola sopra al colino per schiacciare il tutto. Lasciate riposare per un
paio d’ore poi eliminate il sale e infarinatele.
Friggetele in olio bollente fino a doratura, scolatele
e asciugatele con carta assorbente.
 
Prendete una pirofila e preparate gli strati:
melanzane, salsa di pomodoro, mozzarella, e parmigiano grattugiato. Ricoprite
l’ultimo strato con abbondante Parmigiano.
Infornate a 200° per circa 30 minuti o
comunque fino a doratura.
 
 
CONSIGLIA Torta di mais