Browsing Category

Pesce

Pesce/ pomodoro/ Primi piatti/ Senza categoria

Paccheri con rana pescatrice

Ci
sono giorni, come gli ultimi che sto vivendo, in cui mi sembra di essere
circondata da persone felici, che si prefiggono un obiettivo e che, per quanto
arduo possa essere, riescono a raggiungerlo… Una dopo l’altra, giorno dopo
giorno, queste persone involontariamente, con la loro gioia e soddisfazione, mi
feriscono… non lo fanno apposta, manifestano la propria felicità in quanto
tale, e non fanno nulla di male ma io mi sento male… Perché mi accorgo che
nella vita ho dovuto guadagnarmi ogni singola cosa, e non è MAI, dico MAI,
stato facile raggiungere gli obiettivi, nemmeno i più semplici… Ho pianto, ho
urlato, ho lottato, ma c’è SEMPRE stato qualche ostacolo… e mi chiedo
“PERCHE’????”, perché ciò che per tutti è elementare, per me non lo è? Insomma,
io sono una persona solare, è difficile vedermi depressa, rido anche quando non
dovrei e cerco di mostrarmi sempre gioiosa per non guastare la felicità altrui…
Sarà per questo? Sarà proprio perché affronto le difficoltà col sorriso che me
ne si presentano così tante???? Se così fosse allora chiedo a chi ha deciso la
distribuzione delle penitenze, di riservarmi qualcosa di buono perché tra poco
io scoppioooooooooo!!!!!!!!
Come
al solito, i miei sfoghi sembrano incomprensibili ma, ci sono cose che sono
troppo personali per essere scritte in un blog, quindi mi limito a sfogare le
mie sensazioni senza entrare nel dettaglio… Ma adesso è meglio che passi alla
ricetta!!!!!
 
Rana
pescatrice? Ma che cos’è questo essere immondo brutto brutto??? E’ un pesce che, nonostante l’aspetto, è davvero buono e delicato! Vi consiglio di provarlo!
 
 
 
 
Paccheri
con rana pescatrice
 
Ingredienti
350 gr di paccheri
400 gr di rana pescatrice
300 gr di pomodorini
Aglio
Olio EVO
Mezzo bicchiere di vino bianco
2 acciughe
 
Procedimento:
Scottate la rana pescatrice in una pentola con
un filo d’olio EVO e uno spicchio d’aglio. Sfumate con mezzo bicchiere di vino
bianco e fate assorbire.
Togliete il pesce dalla padella, eliminate
l’osso centrale e spolpatelo.
Nella stessa pentola mettete i pomodorini
precedentemente lavati e tagliati a metà, e fateli appassire.
Rimettete dentro la rana pescatrice a
pezzetti e mescolate.
 
 
Nel frattempo fate cuocere i paccheri in
abbondante acqua bollente e tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura.
Rovesciate i paccheri scolati dentro la
padella con il condimento, aggiungendo un po’ d’acqua di cottura per amalgamare
il tutto.
 
 

 

 

 

Patate/ Pesce/ Polpo/ Secondi piatti/ Senza categoria

Polpo con le patate

Ognuno di noi ha un proprio “cavallo
di battaglia”, un  piatto che sa fare ad
occhi chiusi, qualcosa da poter proporre agli ospiti senza paura di sbagliare,
senza correre il rischio di fare una figuraccia!!!
C’è una portata in particolare che
considero “uno dei miei piatti forti” ed è il polpo con le patate.
Mio fratello, ancora adesso mi
chiede di prepararglielo, nonostante entrambi siamo ormai sposati e viviamo in
case diverse!!! Per me è un onore ed un grande piacere farlo per lui!
Il contest di Maddalena tratta
proprio questo argomento, IL NOSTRO PIATTO FORTE, so che non piacerà a tutti perché
si tratta di pesce e il pesce non sempre conquista i palati ma, voglio
rischiare!!!
Provate questa delizia e sentirete
che bontà!!!!
POLPO CON LE PATATE
Ingredienti:
1 Kg di polpo
 1 Kg
di patate
 1 dado
Olio EVO
Pepe
Aglio
Procedimento:
Mettete il polpo in pentola a pressione, copritelo
d’acqua e fatelo cuocere per 10/12 minuti da quando inizia a “fischiare”.
Nel frattempo sbucciate e tagliate a cubetti le
patate.
In una grossa pentola fate un soffritto con
olio, dado e aglio.
Aggiungete le patate e rosolatele x 20
minuti. Spegnete il fuoco.
Scolate il polpo, pulitelo e tagliatelo a
pezzetti, senza togliere le ventose, che sono essenziali per il sapore finale
del piatto!!!
Mettete il polpo nella pentola con le patate,
aggiungete il pepe e 2 bicchieri d’acqua.
Lasciate cuocere per circa 30 minuti o finchè
il polpo avrà raggiunto la consistenza desiderata.
In fase di cottura, schiacciate con una
forchetta la maggior parte delle patate per trasformare la parte liquida in una
sorta di crema.
Al termine aggiungete un goccio d’olio.
 Con questa ricetta partecipo al contest di Maddalena
nella categoria PIATTI SALATI:
http://cucinascacciapensieri.blogspot.it/2014/02/contest-il-mio-piatto-forte.html
Gamberi/ Pesce/ Pistacchi/ Primi piatti/ Senza categoria

Paccheri con gamberi e pistacchi

Eccomi di ritorno! Inizia il conto alla rovescia per me, il matrimonio si avvicina sempre più e comincio a diventare ansiosa… Si, lo so, mi avete detto di stare tranquilla e di godermi questo momento ma non è semplice come dirlo!!! Mi ritrovo a 2 mesi dall’evento con un po’ troppi buchi da colmare, so che ce la farò  ma, speravo di finire in tempi più brevi… e considerate che le partecipazioni non le abbiamo ancora distribuite… AIUTOOOO!!!!!
E per risollevarmi mi sono affidata a Facebook e ho aggiornato la mia pagina, adesso sono approdata anche io nell’era moderna e il mio blog è presente nel social network più famoso al mondo!!! Se vi va passate a trovarmi anche lì!!!
Il piatto di oggi è assolutamente da provare!!! E’ un’idea di Luca che me l’ha preparato per il nostro anniversario di fidanzamento, un’associazione di ingredienti che è stata un’esperimento e che adesso riproporrò agli amici perchè è sublime!!! Gamberi e pistacchi, una delizia!!!

PACCHERI CON GAMBERI E PISTACCHI

Ingredienti:
500 gr di paccheri freschi
350 gr di gamberi
200 gr di pistacchi tostati
Aglio
Olio EVO
Peperoncino
50 ml di brandy

Procedimento:

Tritate i pistacchi.
In una pentola wok preparate un soffritto con olio, aglio, peperoncino e un terzo dei pistacchi tritati.
Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per la pasta.
Nel soffritto aggiungete i gamberi, scotatteli sui due lati, poi sfumate con il brandy.
Buttate la pasta.
Aggiungete un altro terzo dei pistacchi e un mestolo di acqua di cottura della pasta, alzate il fuoco per ridurre il liquido e lasciate riposare.
L’ultimo terzo dei pistacchi va messo in cottura nell’acqua della pasta, mentre la pasta cuoce.
Scolate i paccheri e tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura, rovesciate i paccheri nella pentola wok con i gamberi, accendete il fuoco e mescolate, se necessario allungate con l’acqua di cottura tenuta da parte.

Buon appetito!!!
More
Calamari/ Gamberi/ MTC/ Pesce/ Piselli/ Primi piatti/ Senza categoria/ Vongole/ Zafferano

La Fideuà con mazzancolle, vongole e ciuffetti di calamari e la salsa di piselli

Bella questa sfida, davvero ragazze dell’MTC, era da tempo che volevo mettermi alla prova con una ricetta spagnola e la fideuà è esattamente quello che ci voleva per soddisfare la mia voglia di sperimentare.
Sono sempre più convinta che la scelta di far parte della grande squadra dell’MTC sia stata una scelta grandiosa. E’ meraviglioso accorgersi di quante cose posso fare, cose che senza questa sfida forse non avrei mai fatto!!!
Questo mese per di più, ho imparato a fare il dado in casa!!! Si, io che a questo non avevo mai pensato, adesso ho capito che c’è un abisso tra quelli comprati al supermercato e quelli artigianali. 
La fideuà l’ho preparata domenica a pranzo e ho praticamente obbligato Luca e 2 cari amici a fare da cavie!!! Alla fine io ho mangiato una piccola porzione e loro hanno fatto il bis!!! Cavie soddisfatte e curiose di testare le prossime ricette per L’MTC!!!!!
Felice e soddisfatta vi presento la mia versione:

LA FIDEUÀ CON MAZZANCOLLE, VONGOLE E CIUFFETTI DI CALAMARI 
ACCOMPAGNATA DA SALSA DI PISELLI

Ingredienti :
Per la fideuà
550 gr di spaghetti spezzati
10 pomodorini ciliegini
400 gr di ciuffetti di calamari
400 gr di vongole veraci
18 Mazzancolle
Una bustina di zafferano
Curry
1 dado di carne fatto in casa (ricetta dell’MTC qui)
1 spicchio d’aglio
Olio EVO
400 gr di piselli
Un peperoncino
Pepe
Per il brodo
Un litro d’acqua
2 dadi di carne fatti in casa (ricetta dell’MTC qui)
Per la salsa
400 gr di piselli
Olio EVO
Sale
Mezzo spicchio d’aglio
Procedimento:
Per prima cosa mettete a 
bagno le vongole con una mangiata di sale grosso per farle spurgare. E’
sufficiente un’ora, poi scolatele e sciaquatele.
Preparate il brodo semplicemente mettendo a bollire l’acqua
con 2 dadi di carne fatti in casa.
Prendete una padella molto larga e dai bordi bassi e fate
soffriggere un filo d’olio EVO e saltateci gli spaghetti spezzati affinchè
prendano colore e si tostino ma senza bruciarli. Metteteli da parte.
Nella stessa padella aggiungete olio e versateci le vongole
che, con il calore si apriranno. Mettetele da parte, in una pentola con
coperchio per mantenerle calde.
Nella stessa padella,  aggiungete olio e il dado di carne, fate cuocere
i ciuffetti di calamari e mettete da parte.
Per ultimi cuocete i gamberi (devono solo essere scottati da
entrambi i lati).
Lavate e tagliate a metà i pomodorini.
Nella padella scaldate l’olio con lo spicchio d’aglio,
rosolate e aggiungete i pomodorini. Allungate con un filo di brodo e
scioglieteci lo zafferano. Insaporite con il curry, un po’ di pepe e il
peperoncino.
Adesso dovrete versare il brodo, in quantità sufficiente a
coprire la pasta che verserete.
Versate gli spaghetti spezzati nel brodo. Dopo 5 minuti di
cottura aggiungere i piselli, i ciuffetti di calamari e le vongole.
Continuate  a
mescolare affinchè la cottura sia uniforme e, se serve, aggiungete del brodo.
A fine cottura disponete le mazzancolle sopra alla fideuà.
Per preparare la salsa di accompagnamento vi basterà mettere
in un mixer i piselli, un filo d’olio EVO, un pizzico di sale e mezzo spicchio
d’aglio e tritarli tutti assieme. Versatela in una ciotola.
Con questa ricetta partecipo alla sfida di marzo dell’MTC
Buona settimana amiche carissime,
More
Antipasti/ Pesce/ Polpette/ Senza categoria

Polpette di cefalo

Apro questo post scusandomi con tutte voi perchè nell’ultimo periodo sto passando poco nei vostri blog. I preparativi del matrimonio, associati al mio lavoro, occupano gran parte delle mie giornate e non sempre riesco a trovare il tempo di mettermi davanti al PC. 
Ma so che voi capite, soprattutto coloro che ci sono passate prima di me!!!
Per esempio, questo week end ci aspettano i lavori nel nostro giardino. Stiamo sistemando il più possibile il prato, per cercare di renderlo un po’ più presentabile e riuscire magari a fare qualche foto anche a casa nostra il giorno del matrimonio. 
Vi prometto che dopo il viaggio di nozze sarò più presente, e vi stancherete di leggere i miei commenti!!! Ma per ora passerò da voi nei tempi liberi, la mattina prima di andare al lavoro o in pausa pranzo. Mi capite vero??? Grazie amiche mie!!!
 
Oggi vi lascio una ricetta molto sfiziosa, perfetta per un aperitivo in compagnia, delle polpettine di cefalo fritte. Il cefalo è un pesce che non avevo mai assaggiato, l’ho comprato per curiosità ed ho scoperto che il suo sapore mi piace, è simile al merluzzo ma più delicato. Se preferite potete sostituirlo, appunto, con il merluzzo.

 

 

POLPETTE DI CEFALO

Ingredienti:
2 cefali (circa 450 gr puliti e senza lische)
2 uova
aglio disidratato
sale
pepe
pane grattugiato q.b.

Procedimento:

Sfilettate il pesce. Operazione per niente semplice! Io ho seguito le istruzioni di giallo zafferano.
Prendete il cefalo senza lische, testa e coda e tritatelo in un mixer.
In una bacinella mettete il pesce, le uova, il sale, il pepe e l’aglio e mescolate.
Aggiungete il pane grattugiato e proseguite finchè raggiungerete una consistenza sufficiente per dare forma alle vostre polpette.
Prendete una piccola quantità di impasto e arrotolatelo sul palmo della mano per formare una pallina.
Proseguite in questo modo fino alla fine.
Friggete in abbondante olio bollente.
Scolatele e asciugatele con carta assorbente.

 

 
 
Buon week end!!!
More 
 
CONSIGLIA Torta di mais