Browsing Category

Mascarpone

Gnocchi/ Mascarpone/ Peperoni/ Primi piatti/ Salsiccia/ Senza categoria

Gnocchi con mascarpone, peperoni e salsiccia

Oggi qui dalle mie parti era
prevista neve, sono le 18:30 e sta scendendo qualche fiocchetto bianco dal
cielo, mischiato con la pioggia… niente di drammatico…
Questa mattina, per andare a lavorare, mi sono armata di
stivaloni bassi con la gomma, per non scivolare, panino con la mortadella per
pranzare nel caso in cui la neve ci avesse impedito di muoverci, cappello per
evitare di bagnarmi i capelli… e invece eccomi qui, a casa mia, la neve ha fatto finta di arrivare, ci siamo spaventati per nulla!!!.
Tutto l’allarmismo dei Telegiornali di ieri è
stato stupido, ha creato stress e confusione inutili…. Probabilmente nevicherà
stasera, domani mattina ci sveglieremo con un panorama completamente bianco…
Che paura la neve!!! Io sembro
davvero impedita quando guido nelle giornate nevose… ho il panico totale e so
di non essere l’unica!!!!
Ma a lavorare ci dobbiamo andare per forza, per cui mi armo di coraggio e parto allo sbaraglio!!!!

Ma passiamo alla ricetta!!! Qui
in casa nostra si mangia leggero!!! Oggi vi propongo un bel piatto di gnocchi
fatti in casa, conditi con mascarpone, peperoni e salsiccia… un mix di sapori
fantastici!!!

Buon appetito amiche!!!

 GNOCCHI
CON MASCARPONE, PEPERONI E SALSICCIA

Ingredienti:

1
Kg di gnocchi di patate (la mia ricetta qui), o in alternativa gnocchi di
fiocchi di patate (la mia ricetta qui)
2 Peperoni
rossi piccoli

200 gr di salsiccia di maiale
100 gr di mascarpone
10 pomodorini
Pepe bianco

Procedimento: 

Lavate e spellate i peperoni, poi tagliateli a
listelle e metteteli una pentola wok con un goccio d’olio EVO, lasciateli
cuocere per 10/15 minuti, poi aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà.
Proseguite la cottura per altri 10 minuti.
In un’altra pentola rosolate la salsiccia
tagliata a pezzetti, con il pepe bianco.
In un mixer frullate i peperoni con un
pezzetto di burro e trasformateli in crema.
Rimettete la crema nella padella wok,
allungate con il mascarpone e lasciate scaldare a fiamma bassa.
Cuocete gli gnocchi in acqua salata,
scolateli e trasferiteli nella padella con la salsiccia, versateci sopra la
salsa di peperoni e mascarpone e fate saltare per 5 minuti.
Servite e divorate tutto!!!
Un abbraccio,
More
Caffè/ Dolci/ Mascarpone/ MTC/ Senza categoria/ Torte

Red Velvet Cake Tiramisù

Eccomi alla seconda partecipazione all’MTC, felice e soddisfatta che la ricetta di febbraio sia un dolce!!! Ormai lo sapete quanto amo fare dolci, mi danno soddisfazione, sono una sfida continua per me, un modo per mettermi alla prova e per imparare i trucchi del mestiere!!!
Stefania ci ha chiesto di realizzare una torta impegnativa, la famosa e bellissima RED VELVET CAKE, dal colore rosso predominante e dalla caratteristica stratificazione e farcitura. Una torta però, adatta ai celiaci. 
Ed ecco che, ancora una volta, partecipare a questa sfida ti insegna qualcosa, e ti insegna che c’è sempre qualcosa da imparare!!! Si perchè chi, come me, non è a contatto direttamente con la celiachia, non conosce esattamente quali siano gli alimenti da evitare e quali attenzioni bisogna avere nelle preparazioni culinarie. Adesso, grazie a questo appuntamento, ho provato anche io a cucinare in modo “diverso dal solito” e ho capito che si può fare e che il gusto non ne risente. Quindi grazie mille Stefania!!!
La mia Red Velvet Cake l’ho preparata oggi, con musica in sottofondo e con la speranza che ne venisse fuori qualcosa di buono… e così è stato, sono felicissima del risultato!!!
La base ovviamente è quella postata da Stefania, ma la mia versione finale è in stile tiramisù!!! Buona buona buona!!! L’ho ricoperta con pasta di zucchero rossa decorata, vi piace????

RED VELVET CAKE TIRAMISÙ

Ingredienti e procedimento per la base di Stefania:

160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido (Le Farine Magiche Lo Conte, Pedon, Rebecchi)
60 gr di fecola (Cleca, Pedon, La Dolciaria, Sma & Auchan)

30 gr di farina di tapioca (che potete sostituire con Maizena)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro (Venchi, Easyglut, Pedon, Olandese
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie (io uso quelle bio codice 0, ma non è rilevante ai fini della celiachia)
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk (ma se non lo trovate, fate inacidire per 20 minuti la stessa quantità di latte con un cucchiaio di limone)
1 cucchiaio di colorante rosso (Rebecchi e Loconte)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio



Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In
un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro
recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi
aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
Mescolate
il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto
di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e
finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In
una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco,
facendo attenzione a versarlo subito nell’impasto (altrimenti ve lo
troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate
due teglie da 18/20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere
per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto
dello stuzzicadenti!)
Lasciate
raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in
silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni)
per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare,
quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo
per diverse ore (io l’ho lasciata tutta la notte). In questa maniera
sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice
mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a
temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa
è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si
può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando
se ne ha bisogno.

 LA MIA FARCITURA TIRAMISÙ E LA COPERTURA IN PDZ

Ingredienti:
500 gr di mascarpone
4 uova medie
120 gr di zucchero a velo
2 tazze di caffè

Procedimento:
Dividete i tuorli e gli albumi.
Montate a neve ben ferma gli albumi.
In un’altra bacinella montate i tuorli con lo zucchero a velo finchè avranno raggiunto una consistenza cremosa. Aggiungete il mascarpone e mescolate finchè il tutto sarà ben amalgamato.
Versate il composto di tuorli e zucchero nella bacinella con gli albumi e mescolate con una spatola,  dal basso verso l’alto senza smontare le uova.
Bene, la crema per la farcitura è pronta!
Adesso preparate 2 tazze di caffè che vi serviranno come bagna per la torta.
Prendete le 2 torte e tagliatele entrambe a metà: mettete una mano a palmo aperto sopra alla torta, al centro, infilate il coltello a metà altezza, tenendolo dritto, tenete fermo il coltello e girate la torta.
Appoggiate uno dei 4 pezzi ottenuti su un piatto da portata, con un pennello inumidite la torta con il caffè, versateci sopra un po’ di crema al mascarpone, e proseguite in questo modo fino all’ultimo strato.
Una volta che la torta sarà composta, spalmatela sopra e sui lati con la stessa crema al mascarpone.
Mettetela in frigorifero in attesa della pasta di zucchero!
Prendete 250 gr di pasta di zucchero rossa e stendetela sottile con un mattarello. Riprendete la torta dal frigorifero, arrotolate la pdz sul mattarello e srotolatela sulla torta coprendo anche i lati. Schiacciate sui lati della torta e tagliate l’eccesso.
Preparate dei fiorellini e dei pois rossi e arancioni, utilizzando appositi stampini. Per attaccarli alla torta vi basterà bagnarli con un po’ di acqua fredda.
Conservatela in frigorifero. E’ golosissima!!!!!

Con questa ricetta partecipo all’MTC di febbraio:

Dolci/ Mascarpone/ Rhum/ Savoiardi/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte

Charlotte al mascarpone, cacao e biscotti

A che ora è la fine del mondo?????
Sono qui davanti al PC e questo vuol dire che siamo ancora vivi!!!!
E’ assurdo quanto la televisione e la stampa approfittino di certe situazioni… dedicano intere pagine e intere trasmissioni ad un argomento che probabilmente non ha nessun fondamento… Pagano personaggi messi lì per raccontare qualcosa che serva ad incuriosire la gente… Sprecano il loro ed il nostro tempo per allarmare l’umanità… è tutto questo a quale scopo? Credo che lo facciano perchè ormai tutto fa notizia e perchè non sanno più cosa raccontare per attirare l’attenzione dei telespettatori. Ma sinceramente io lo trovo triste, molto triste…
Preferisco preparare dolcetti con la musica in sottofondo piuttosto che regalare loro un punto in più di share… ed infatti, prima che il mio discorso degeneri troppo, direi che è meglio parlare di cucina!
Sabato scorso, siamo stati invitati a cena da cari amici e io, come sempre, ho portato il dolce. Una charlotte addobbata in stile natalizio, mooolto impegnativa per lo stomaco, con mascarpone, cacao e biscotti, racchiusa da savoiardi inzuppati in latte e rhum!!!!

 CHARLOTTE AL MASCARPONE, CACAO E BISCOTTI

Ingredienti:
500 gr di mascarpone
4 uova
120 gr di zucchero a velo
4 cucchiai di cacao amaro
10 biscotti pan di stelle
4 fogli di colla di pesce
Latte
Rhum
Savoiardi

Per decorare:
Meringhette
Cacao amaro

Procedimento:

Mettete in ammollo la colla di pesce in acqua fredda per 10/15 minuti.
Dividete i tuorli dagli albumi. Montate gli albumi a neve ben ferma e metteteli da parte.
Montate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca ed omogenea.
Unite alla crema di tuorli il mascarpone e mescolate.
Aggiungete al composto il cacao amaro setacciato e senza grumi e i biscotti precedentemente sbriciolati con un batticarne.
A questo punto prendete la colla di pesce, strizzatela per bene e mettetela in un pentolino con un goccio d’acqua calda, mascolate e fatela sciogliere, eventualmente accendete il fuoco a fiamma bassa, ma mi raccomando, non fate bollire!
Versate la gelatina nella crema di mascarpone e mescolate per amalgamarla.
Aggiungete gli albumi montati, mescolando dal basso verso l’alto e facendo attenzione a non smontarli.
In un piatto fondo mettete il latte freddo mischiato con il rhum.
Prendete un piatto da portata, adagiate al suo interno uno stampo regolabile senza fondo, e create un dimetro di circa 22 cm. Ricoprite la base e le pareti con i savoiardi inzuppati nel latte e rhum (non inzuppateli troppo altrimenti si romperanno!!!). I savoiardi dovranno essere spezzati in base all’altezza della charlotte che volete realizzare.
Versate nello stampo metà della crema, ricoprite con un altro strato di savoiardi inzuppati e chiudete con il resto della crema.
Lasciate riposare in frigorifero per almeno 6 ore.
Prima di servire spolverizzate la superficie con cacao amaro e meringhette.
Buon Weeek end cucciole! Ci risentiamo il 24 o al massimo il 25 per una nuova ricetta natalizia e per farvi tanti auguri di Buon Natale!!!!
Amaretti/ Dolci/ Frutta/ Mascarpone/ Pesche/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte

Torta tiramisù alle pesche

Buona domenica amiche mie!
La settimana che sta per iniziare sarà per me l’ultima prima delle vacanze estive!!! 
Giovedì vi saluterò e ci rivedremo a fine agosto, partiamo finalmente!!!
Negli ultimi 14 anni, da quando io e Luca abbiamo iniziato la nostra vita insieme, non abbiamo saltato un anno, per noi non è estate senza un bel viaggio!!!! Abbiamo visitato molti posti, cambiando sempre meta, per vedere cosa c’è nel mondo e, approfittiamo anche dei vari ponti festivi per partire.
Ho notato però che da quando abbiamo preso casa, non sento più la necessità di partire… sto tanto bene nel mio nido, mi sento protetta, avvolta da una piacevolissima sensazione di armonia. Questo non vuol dire che viaggiare non mi piaccia più, dico solo che, mentre in passato non osavo nemmeno pensare di poter rinunciare a un viaggio, adesso potrei tranquillamente farlo senza provare angoscia.
Ritengo che questa sia una cosa positiva, vuo dire che mi sento appagata, ricca e felice, senza dover ricorrere ad espedienti diversi… la mia quotidianità, nonostante sia piena di responsabilità e di stress mi soddisfa così com’è.
Resta comunque il fatto che, una volta arrivata a destinazione, resto sempre affascinata da ciò che incontro, mi piace scoprire posti nuovi, culture diverse, gente nuova… amo viaggiare, ogni città ha il suo fascino e mi lascia sempre qualcosa nel cuore, quindi non rinunceremo ai nostri viaggi, questo è certo, ma dico solo che se non potessi più farlo, avrei comunque la gioia nel cuore perchè penso che non mi manchi niente nella mia vita, ho un compagno che amo da anni e che mi contraccambia, una casa meravigliosa, dei buoni amici, una famiglia che mi ama, dei suoceri con cui vado d’accordo, i miei cari amici animali che mi adorano e che rendono piena la mia vita… e un giorno avremo dei bimbi (spero presto) e… e…. non potrei chiedere di più!
Bene, dopo lo sfogo, passiamo alla ricetta: quando i miei genitori ci invitano a cena, io devo preparare il dolce!!! Mio papà è un golosone e quando vede una torta, i suoi occhi luccicano!!!!!
Avevo delle profumatissime pesche nel frigorifero, che quest’anno sto mangiando tantissimo e ho deciso di preparare un fresco tiramisù alle pesche ma, in versione torta!!!! Mio papà l’ha definito “delicato e veramente buono”!!!!!!!! Eccolo:

TIRAMISU’ ALLE PESCHE

Ingredienti:

Per la purea di pesche:

3 pesche grandi
90gr di zucchero semolato
Il succo di mezzo limone

Per la torta:

Una confezione intera di Pavesini
500gr di mascarpone
4 uova
120gr di zucchero a velo
Latte freddo
10 Amaretti
1 anello apribile senza fondo

Procedimento:
Sbucciate le pesche, tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino, aggiungete il succo di mezzo limone e i 90gr di zucchero semolato. Accendete il fuoco e lasciate cuocere per 15 minuti.
Spegnete il fuoco e mettete le pesche nel frullatore per formare una purea.
Lasciate raffreddare e nel frattempo, prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi.
Montate i tuorli con lo zucchero a velo fino a formare una crema chiara e spumosa.
Aggiungete il mascarpone e mescolate bene.
A parte, montate gli albumi a neve con le fruste elettriche (dopo averle lasciate qualche minuto in freezer), con un pizzico di sale, che favorisce la montatura.
Versate gli albumi montati nella crema di mascarpone girando con una spatola dal basso verso l’alto cercando di non smontare il tutto.
Prendete un piatto grande, da portata e adagiatevi un anello apribile regolato su un diametro di circa 24 cm.
Foderate il fondo con uno strato di pavesini imbevuti nel latte freddo, poi fate uno strato con la metà della purea di pesche, distribuendola uniformemente.
Adesso utilizzate poco più di un terzo della crema di mascarpone e livellatela sopra alla purea di pesche.
Procedete con un altro strato di pavesini, uno strato di purea di pesche e uno strato di crema.
Per finire, fate un ultimo strato di pavesini, ricoperti con la crema rimasta.
Frullate e riducete in granella gli amaretti. Utilizzateli per ricoprire la torta.
Mettete in freezer per un’ora per facilitare l’indurimento della torta.
Se non avete un anello apribile potete utilizzare una normalissima teglia, come quella delle lasagne.
Dolci/ Mascarpone/ Nocciole/ Nutella/ Pan di spagna/ Semifreddi/ Senza categoria/ Torte/ Wafer

La torta nocciolata per un’amica speciale

Voi credete nell’amicizia????
Io ci ho sempre creduto e mi hanno sempre delusa… ma a volte le delusioni ti rendono più forte e non ti fanno paura, ti spronano a riprovare, a credere che prima o poi qualcuno sarà capace di volerti bene come meriti…
Io sono un Sagittario, non so portare rancore e perdono SEMPRE, e non posso stare sola… ho bisogno di dare e di ricevere coccole, affetto ed attenzione.
Mi piace sentire il contatto con le persone, e dono me stessa con fiducia, senza remore.
Così ho sempre fatto nella mia vita… mi sono affezionata a chiunque incontrassi sulla mia strada, illudendomi di essere corrisposta, ma spesso non è stato così!
Il mio carattere mi porta a credere sempre negli altri e a giustificare tutti, per questo dopo ogni delusione ho sempre pensato che la colpa non fosse di chi mi lasciava ma mia, forse non avevo fatto abbastanza, forse avevo esagerato, forse… ma non volevo comunque cambiare, doveva esserci qualcuno che mi apprezzasse così, con le mie pazzie, le mie risate a volte senza senso, la mia ingenuità, la mia voglia di volare con la fantasia, etc… etc…
Ed infatti, 14 anni fa, nella mia vita è entrata una persona che mi ha fatto capire che non sbagliavo: la vera amicizia esiste, a 20 anni, a 30 anni e fino alla fine dei nostri giorni.
Simona, buffa ed ostinata, è l’amica che MAI perderò, dovesse cascare il mondo!
Entrambe abbiamo la nostra vita privata e i nostri impegni che non ci permettono di frequentarci quotidianamente come facevamo anni fa, ma non c’è giorno che passi senza che il mio pensiero vada a lei, e la cosa è reciproca. Ci vediamo meno ma ogni nostro incontro è meraviglioso, sento persino qualcosa nello stomaco, un senso d’affetto esagerato per lei.
Ogni suo difetto mi fa sorridere, non mi infastidice perchè fa parte di lei e io la mia Simo la voglio così!
Auguro a tutti voi di trovare un’amicizia così forte, non smettete di crederci!
Ebbene, la Simo ci ha invitati a cena da lei e io le ho preparato questa torta nocciolata!
TORTA NOCCIOLATA MULTISTRATO

Ingredienti:

Per il pan di spagna di Montersino (se volete una base più grande aumentate le dosi)
250 g di uova intere
175 g di zucchero semolato
150 g di farina 00
50 g di fecola di patate
1 bacca di vaniglia bourbon

Per la farcitura:

500 gr di mascarpone
4 uova
125 gr di zucchero al velo
Un bicchiere di Nutella

Per guarnire:

Nocciole tostate
Granella di nocciole
Wafer alla nocciola

Procedimento:
Preparate il pan di spagna come Monterino insegna: Montate le uova intere con lo zucchero e la vaniglia 
con la frusta, fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.
Aggiungete a mano con un cucchiaio di gomma
la farina setacciata insieme alla fecola di patate, miscelando il tutto
delicatamente dal basso verso l’alto.
Mettete immediatamente il
composto cosí ottenuto in uno stampo imburrato ed infarinato, cuocete
subito in forno a 190° C per 20 minuti circa.
Mentre il pan si spagna cuoce, preparate la crema per la farcitura:
Montate i tuorli d’uovo con lo zucchero al velo fino ad ottenere una crema omogenea.
Montate gli albumi a neve ben ferma, con un pizzico di sale.
Aggiungete alla crema di tuorli il mascarpone e la nutella ed amalgamate molto bene con le fruste elettriche.
Otterrete un composto marrone e cremoso.
Unite lentamente gli albumi montati mescolando con una spatola in
silicone o con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’altro finchè
avrete amalgamato completamente gli ingredienti.
Tagliate il pan di spagna in 3 strati e farcitene 2 con la crema, lasciandone un po’ per la copertura della torta.
Con una spatola ricoprite interamente la torta, sia sui lati che in superficie.
Prendete i wafer, tagliateli a metà e posizionateli uno di fianco all’altro lungo i bordi della torta.
Decorate con le nocciole e la granella, la parte superiore.
Et voilà la torta è pronta!!!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Veronica:

CONSIGLIA Couscous dolce con sorbetto al cetriolo