Confettura di pesche

Mi
piace tantissimo preparare le confetture in casa, mi piace persino l’atto
fastidioso di sbucciare la frutta! Mi piace sentire la pelle delle dita che si
raggrinzisce per la troppa umidità! Mi piace vedere la schiumetta che si forma
in pentola durante la cottura, mi piace vedere i vasetti allineati e capovolti
in attesa che la confettura si raffreddi, mi piace l’assaggio della gloria,
quello che mi fa dire “Brava Morena, ottimo lavoro!”.
Come
per ogni pietanza, ciò che si produce in casa ha un sapore diverso, sa di
buono, e lo mangio più volentieri perché so quello che contiene.
Ci
tengo anche a mostrarvi le etichette che ho stampato per la mia confettura di
pesche, rendono il vasetto ancora più invitante e soprattutto perfetto per fare
un bel regalino! Ho inserito il nome del blog, la descrizione del contenuto e
il mese di realizzazione, per avere una sorta di promemoria di scadenza. Cosa
ne dite, vi piace l’idea?
 
Confettura
di pesche
 
Ingredienti
1 Kg di pesche a polpa gialla (peso senza
nocciolo quindi circa 1,2 kg prima di snocciolarle)
380 gr di zucchero
Il succo di un limone
 
Procedimento:
Lavate e sbucciate le pesche, togliete il
nocciolo e tagliatele a pezzetti.
Frullatele velocemente con un mixer.
Mettete in una pentola le pesche, lo zucchero
e il succo di limone.
Cuocete a fuoco basso, mescolando spesso con
un cucchiaio di legno, per circa 40/50 minuti; rimuovete la schiuma che si
creerà in cottura. Quando il composto inizierà ad addensarsi, continuate a
mescolare fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Per capire se la
confettura è pronta, prendetene un cucchiaino, mettetelo in un piatto e se,
capovolgendo in verticale il piatto, la confettura non colerà, è pronta!
 

 

 
Mettete la marmellata ancora calda nei vasetti già sterilizzati, riempiendoli fino
alla riga della filettatura (a circa un centimetro dal bordo finale del
vasetto), pulite le eventuali sbavatura, chiudete bene e capovolgete
immediatamente il vasetto.
Lasciate i vasetti capovolti fino al
raffreddamento, poi girateli e fate la prova del sottovuoto: schiacciate al
centro del tappo e se non fa CLIC, il sottovuoto è stato creato correttamente!
E adesso preparate le etichette per rendere
più colorate e personali le vostre confetture!
 
 
 

Biscotti di riso ripieni di marmellata

Perché nessuno ha ancora scoperto
il segreto per fermare il tempo? Io ho bisogno di tempooooo, devo fare troppe
cose e le giornate volano via, senza che me ne accorga… si lo so capita anche a
voi ma lasciatemi sfogare!!!!! Sto passando un periodo in cui ho mille cose per
la testa, tante idee e progetti che vorrei portare a termine ma che non ho
davvero il tempo di concludere… bisognerebbe avere almeno mezza giornata
libera, da dedicare ai propri sogni, ma lavorando full time non riesco a ricavarmi
grandi spazi per me… e questo mi rattrista…
Sono un sagittario, spirito libero…
e quando sento che la stanza in cui mi trovo è troppo stretta, inizio a cercare
di fuggire…
Mi rendo conto che tutte queste
parole buttate giù in questo attimo di malinconia possano risultarvi
incomprensibili… perdonatemi!!!
Ed ora passiamo alla ricetta, una
ricetta interamente dedicata alla cara Patty che ha indetto un contest a cui
volevo assolutamente partecipare! Ho rischiato di non farcela ma sono
felicissima di essere riuscita ad arrivare appena in tempo!!!!
Voglio ringraziare Patty perché con
la sua iniziativa ci ha insegnato che l’assenza di alcuni ingredienti “dannosi”
nella nostra alimentazione, non compromette necessariamente la bontà delle
nostre creazioni. Grazie Patty!
Ti lascio i miei biscotti di riso
farciti con marmellata di albicocche.
Forse non tutti sanno che la farina di riso, essendo un amido, facilita la
digestione combattendo fastidiose infiammazioni del tratto intestinale e
bruciori di stomaco.
 Biscotti di riso ripieni di marmellata
Ingredienti(per circa
40 biscotti)
300 g di farina di riso biologica
180 g di burro
120 g di zucchero a velo
1 uovo intero + un tuorlo
Mezza bacca di vaniglia
Marmellata per farcire
Preparate la frolla: tagliate a pezzetti il burro e
lavoratelo con la farina di riso setacciata. Quando il composto diventerà
farinoso e asciutto, aggiungete lo zucchero a velo e i semi della bacca di
vaniglia.
Aggiungete l’uovo, fatelo assorbire e poi inserite il
tuorlo.
Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e
lasciatela riposare in frigorifero per un’ora.
Trascorso il tempo di risposo, stendete la frolla ad
un’altezza di circa 5 mm e ricavatene dei quadrati, utilizzando uno stampo per
ravioli.
Disponete i biscotti su una teglia ricoperta da carta
forno, farcite con un cucchiaino di marmellata e chiudete con un altro
biscotto.
Cuocete in forno a 180 gradi per 12/15 minuti.
Si conservano per 4/5 giorni in una scatola di latta.
 

  Con questa ricetta partecipo al contest di Patty
nella sezione “Pasticceria fine e pasticceria da the”
http://www.andantecongusto.it/2014/01/due-compleanni-ed-un-contest-per-stare.html

La Sacher per il mio fratellino

Ciao care, buon sabato a tutte voi!
Qui da noi il paesaggio è completamente innevato, la neve è scesa ininterrottamente dal cielo per un giorno intero! Oggi non nevica ma lo spettacolo che vedo fuori dalla finestra è meraviglioso. Questa è per me la bellezza dell’inverno. Nonostante i disagi causati, la neve ha un grande fascino, tutto si sottomette a lei, è potente e piena di luce e mi fa sorridere.
E sarebbe proprio bello se tornasse a Natale… 
A voi piace la neve?
Vi racconto la mia ricetta di oggi: qualche mese fa il mio fratellino, che ormai ha 32 anni ma, essendo più piccolo di me, resta e resterà sempre il mio fratellino, mi disse: “Vorrei che mi facessi la Sacher, sei capace?” e io gli risposi “Prometto che per il tuo compleanno te la farò!”. Ho avuto molto tempo per prepararmi all’evento, ma alla fine ho deciso di affidarmi al maestro, Luca Montersino, che non mi ha mai delusa. Fate conto che, ho preparato la base venerdì sera e l’ho lasciata riposare tutta la notte, il giorno dopo ho preparato il resto. Caso vuole che, proprio il sabato mattina, il mio fratellino si è sentito male, e la cena in suo onore rischiava di andare a farsi benedire, come anche il mio intenso lavoro… ma alla fine, anche se un po’ malconcio, non ha voluto rinunciare alla sua festa ed è riuscito a mangiare la tanto attesa torta della sua sorellona! Ovviamente il suo stomaco non poteva reggere grandi porzioni, ma sono contenta che sia riuscito ad assaggiarla.
Dicevo, ho utilizzato la ricetta di Montersino presa dal libro “Peccati al cioccolato”, ma la glassa l’ho fatta a modo mio perchè la preferivo meno dura. Inoltre, invece di fare la solita scritta “Sacher”, ho creato delle foglie con la pasta di zucchero marrone.

SACHER

Per la torta (io ho utilizzato uno stampo da 20 cm di diametro ma, se la volete più bassa dovete aumentare le dimensioni dello stampo):

175 gr di cioccolato fondente al 70%
125 gr di burro
65 gr di zucchero a velo
65 gr di uova intere
100 gr di tuorli
125 gr di albumi
65 gr di zucchero semolato
100 gr di farina di mandorle
75 gr di farina 180 W

Per farcire:
400 gr di confettura di albicocche (vellutata, senza pezzi)

Per la glassa:
250 gr di cioccolato fondente al 50%
200 ml di panna da montare
50 gr di miele

Procedimento:

Montate il burro con lo zucchero a velo. Unite le uova intere e i tuorli.
Fondete a bagnomaria il cioccolato fondente al 70% e amalgamatelo al composto.
Aggiungete a mano, lentamente, la farina di mandorle e la farina 180 W.
A parte montate gli albumi con lo zucchero semolato, a neve ben ferma. Aggiungeteli al composto mescolando dal basso verso l’alto.
Versate l’impasto in uno stampo e infornate a 180 gradi per 25/30 minuti.
Lasciate raffreddare completamente prima di farcire.
Tagliate la torta a metà e farcitela con la confettura di albicocche aiutandovi con una sac à poche e facendo dei movimenti a spirale partendo dal centro.
Chiudete la torta e spalmate la confettura su tutta la superficie e sui lati.
Preparate la glassa: fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente al 50% insieme alla panna e al miele. Mescolate bene e non fate surriscaldare.
Mettete la torta su una gratella e versateci sopra la glassa. Livellatela e stendetela con una spatola.
Lasciate raffreddare. (io non l’ho messa in frigorifero perchè altrimenti la glassa si indurisce troppo e a me piace che sia più pastosa, ma è una vostra scelta.
Per decorare ho creato delle foglioline con uno stampo ad espulsione, utilizzando una pasta di zucchero marrone.

Con questa ricetta partecipo al contest di Kiara in collaborazione con Trabo

Biscotti arrotolati alla marmellata di lamponi

Oggi mi sento carica! A parte che sono rari i momenti in cui riesco a stare ferma e tranquilla!!!
Sono carica perchè la mia nuova planetaria è diventata la mia migliore amica! Me ne sono proprio innamorata!!!! Il mio Luca, per il mio compleanno, che sarà il 28 novembre, mi ha regalato questa grande alleata in cucina che io desideravo da moltissimo tempo!!! Ovviamente non ce l’ha fatta ad aspettare fino alla data corretta perchè io, come una bambina capricciosa, non vedevo l’ora di averla e di usarla!!!! Adesso mi chiedo come ho fatto a farne a meno… Per carità, tutto si può fare anche a mano ma, lei riduce drasticamente i tempi e per me, che sono sempre di corsa, è utilissima!!!!
Ho già impastato la pizza e preparato la pasta frolla, ma ho una lunga lista di piatti da realizzare!!!!
Ringrazio Monica, che è stata carinissima a darmi i primi consigli d’utilizzo corretto! E se anche voi volete darmi qualche dritta, sarà ben accetta!!!!
Tra poco devo scappare al lavoro quindi, velocemente, vi lascio la mia ricetta di oggi:

BISCOTTI ARROTOLATI ALLA MARMELLATA DI LAMPONI
Ingredienti:
250gr di farina 00
150gr di burro
100gr di zucchero a velo
40gr di tuorli d’uovo
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di lievito per dolci
Marmellata di lamponi per farcire
Procedimento:
tagliate a pezzetti il burro a temperatura ambiente.
Setacciate la farina con il cucchiaino di lievito e la vanillina.
Mischiate le farine con il burro (io ho usato la planetaria, se lo fate a mano, usate la punta delle dita, non scaldate troppo il burro!!!).
Quando il composto diventerà uno sbriciolato farinoso, aggiungete prima lo zucchero a velo e subito dopo i tuorli d’uovo. Lavorate fino a formare un composto omogeneo.
Formate una palla, appiattitela leggermente, avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno un’ora.
Stendete un pezzo di frolla su un piano infarinato, con un mattarello, dandole una forma rettangolare.
Ricavatene degli strisce larghe circa 3/4 cm e lunghe 12/15 cm.
Spalmateci sopra un po’ di marmellata lasciando liberi i bordi.
Avvolgete la frolla formando dei rotolini.
Disponete i biscotti su carta da forno e cuocete a 170 gradi per 15 minuti o fino a doratura.
Ovviamente potete utilizzare il ripieno che preferite.
Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania:
————————————————————
Inoltre, vorrei invitarvi a partecipare ad un innovativo contest indetto da Fissler, a cui mi sono iscitta anche io ma di cui non si conoscono ancora i dettagli definitivi. Queste sono le informazioni che ho ricevuto via mail:
Fissler Master Blogger è un grande
contest che esce dal web per spostare la sfida su un palcoscenico reale,
costituito dai negozi selezionati per l’evento. Iscriviti compilando la
cartolina che trovi cliccando sul banner e diventa protagonista del
nostro evento! Ogni evento sarà un contest vero e proprio, “arbitrato”
eccezionalmente da uno chef Fissler che condurrà la gara fino a
decretare il vincitore della tappa. Potrai vincere prodotti Fissler e
firmare un libro di ricette 2.0!
Ragazze, magari sarà una bella occasione per incontrarci tutte!!!!
Ecco il banner ed il relativo link per l’iscrizione:

Plum cake alla marmellata

Et voilà, è arrivato un’altro week-end!
Oggi sono euforica perchè ho appena saputo che mio fratello e la mia cognatina hanno adottato una cagnolina. Povera cucciola, è stata abbandonata… vagava sperduta per le strade ed è approdata nel cortile dell’azienda di mio fratello. Docile e impaurita, si lasciava accarezzare e lo seguiva… come se volesse dirgli: “salvami, portami a casa con te!” … e così, dopo una notte passata a pensare a lei, si sa, “la notte porta consigli”, questa mattina mio fratello è tornato in azienda e lei era ancora lì ad aspettarlo… con i suoi dolci occhioni… e chi poteva dirle di NO????? Alla fine è tornata a casa con lui!!! Era affamata e stanca. Ma è brava, docile e ubbidiente e sono davvero felice che le abbiano salvato la vita!!!!
Purtroppo ci sono tante persone che non amano gli animali e che non si rendono conto della gioia che possono darci, dell’amore che sanno trasmettere… basta poco per farli sentire bene… e la loro fedeltà è indescrivibile. Chi non sa amare un cucciolo, non ha cuore… e scusate lo sfogo…
Oggi vi lascio una ricetta semplice ma garantisco, buonissima!!! Un plumcake alla marmellata. Io ho preferito metterla nell’impasto e farla scendere verso il fondo in cottura ma, se preferite, potete metterla dopo la cottura, tagliando a metà il plum cake.

PLUM CAKE ALLA MARMELLATA

Ingredienti:
200gr di farina 00
50gr di burro
100ml di yogurt bianco
2 uova medie
90gr di zucchero
1 cucchiaino di miele (io Luna di Miele)
Una bustina di lievito per dolci
Marmellata

Procedimento:

Fate fondere il burro nel microonde o in un pentolino.
Mettete in una bacinella tutti gli ingredienti tranne il lievito e amalgamateli per bene con le fruste elettriche.
Solo alla fine aggiungete il lievito e mescolate ancora con le fruste.
Versate metà composto in uno stampo per plum cake in silicone, aggiungete la marmellata e ricoprite con il resto dell’impasto.
Infornate a 180 gradi per 45 minuti.

BUON WEEK-END CUCCIOLE!!!!!
CONSIGLIA Frittata di spinaci