Torta salata con salame e stracchino

Le torte salate, che bella invenzione!
Chi di voi non ne ha mai fatta una? Ovviamente però, è molto più buona la pasta brisee fatta in casa, come ogni cosa fatta con le nostre mani, che sa di casa, di tradizione… non parlo del rotolo del banco frigo del supermercato che sicuramente può essere utile in caso di urgenza ma che non ha nulla a che vedere con la base fatta in casa.
Vi assicuro che la pasta brisee è semplice da fare, basta qualche decina di minuti per prepararla, l’importante è avere a disposizione tutti gli ingredienti!
Questo mese l’MTC, grazie ad Elisa, ci chiede proprio questo, ci chiede di preparare una sfiziosa torta salata utilizzando come base la pasta brisee all’uovo di Michel Roux, che è una garanzia!
Ho il libro di Michel “Frolla e sfoglia” e devo dire che non mi ha mai delusa, lo consiglio vivamente.
Ho preparato una torta sfiziosa ma semplice nel suo complesso, per essere certa che piacesse alla mia famiglia.

Torta salata 1

TORTA SALATA CON SALAME E STRACCHINO
Write a review
Print
Ingredients
  1. Ingredienti per la brisee di M. Roux
  2. 250 g di farina
  3. 150 g di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
  4. 1 cucchiaino di sale
  5. Un pizzico di zucchero
  6. 1 uovo
  7. 1 cucchiaio di latte freddo
Per il ripieno
  1. 3 uova
  2. 200 ml di panna da cucina
  3. 8 fette di salame milano
  4. 200 gr di stracchino
  5. Parmigiano grattugiato
  6. Sale e pepe
Instructions
  1. Preparate la pasta brisee: versate la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettete al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescolateli e lavorateli con la punta delle dita.
  2. Incorporate piano piano la farina, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa.
  3. Aggiungete il latte e incorporatelo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia a stare insieme.
  4. Spingete lontano da voi l’impasto con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo fino all’uso.
  5. In un piatto sbattete le uova con un pizzico di sale e il pepe.
  6. Aggiungete la panna e il Parmigiano e mescolate fino ad amalgamare il composto.
  7. Prendete la brisee e posizionatela tra 2 fogli di carta forno, poi con l’aiuto di un mattarello stendetela in forma rotonda.
  8. Imburrate uno stampo per crostata e adagiatevi la pasta brisee. Tagliate l’eventuale eccedenza oltre i bordi.
  9. Bucherellate la superficie con una forchetta.
  10. Rovesciate il composto di uova nella teglia, adagiatevi sopra le fette di salame, o stracchino a pezzetti sparsi e completate con una generosa spolverata di Parmigiano grattugiato.
  11. Infornata a 180 gradi in forno ventilato per 40 minuti.
Morena in cucina http://www.morenaincucina.ifood.it/

Fasi della preparazione:

Collage-1 Collage-2 Collage-3

Torta-salata-fetta

Con questa ricetta partecipo all’MTC di Marzo:

MTC-Marzo-2015

Quadrotti al sesamo

A fine giugno io e mio marito ci
siamo fatti un bel viaggetto a Santo Domingo… per festeggiare il nostro primo
anno di matrimonio ma anche e soprattutto per staccare la spina, per
allontanarci dal lavoro e dallo stress quotidiano che, ci stava devastando…

Mai posto fu più azzeccato… ad
attenderci abbiamo trovato un paradiso terrestre, un luogo in cui non puoi
pensare a cose tristi, perché ci sono talmente tante cose belle che sarebbe un
delitto non guardarle ad occhi spalancati ed attenti… Una moltitudine di colori
meravigliosi che non sapevo esistessero, il mare è, per quanto mi riguarda, il
più bello al mondo, la sabbia è piacevole sotto ai piedi e per noi, atterrare
in quel posto è stato terapeutico… peccato però che quando stai bene il tempo
vola davvero troppo in fretta…

Ormai siamo già tornati alla
quotidianità e Santo Domingo sembra non essere mai esistita… un luogo troppo
lontano e troppo bello, talmente bello che ho paura di essermelo solo sognato…
L’unica cosa che mi mancava era la
mia cucina!!!!!
 
 
Quadrotti al sesamo
(da una ricetta di Sara Papa modificata a mio piacere)
 
Ingredienti:
500 gr di farina 0 Manitoba
250 gr di acqua
20 gr di lievito di birra in panetto
30 gr di miele
90 gr di olio EVO
12 gr di sale
sesamo
Per la salamoia:
50 gr di acqua
50 gr di olio EVO
5 gr di sale
 
 
 
Procedimento
 
Intiepidite l’acqua e lasciatevi
sciogliere il lievito e il miele.
Nella ciotola della
planetaria mettete la farina con il composto di acqua e lievito ed aggiungete,
continuando a mescolare, l’olio e per ultimo il sale.
Quando il composto sarà
omogeneo, lasciatelo lievitare al caldo fino al raddoppio.
Stendete la pasta col mattarello
allo spessore di circa 3 mm, dividetela in teglie ricoperte con carta da forno,
bucherellatela con una forchetta e tagliatela a rettangoli con l’aiuto di una
rotella liscia.
Mischiate gli ingredienti
per la salamoia e spennellatela sulla superficie dei quadrotti, cospargete con
il sesamo e lasciate lievitare per altri 30 minuti.
Infornate a 200 gradi fino a
doratura.
 
 
 

Piadina fresca con melone e prosciutto

Sono felice che Tiziana abbia vinto
l’MTC di Maggio!!!

Una romagnola DOC, una donna che
stimo molto, le sue ricette sono sempre state una garanzia per me, ed è per
questo che circa 2 anni fa, avevo già provato la sua piadina, e l’avevo anche
pubblicata nel mio blog.
Tiziana è senza dubbio una foodblogger
da cui prendere esempio, con tanta fantasia per arricchire i suoi piatti, con
grandi capacità culinarie, bravissima a fotografare i suoi capolavori, tanto
brava che le sue foto sono sempre citate dappertutto!!!!!
Per questi ed altri motivi sono
felicissima della sua vittoria e di poter riproporre una sua ricetta.
Ho voluto preparare una piadina che
fosse fresca ed estiva… appena la stagione lo permette io corro a comprare un
bel melone maturo e me lo mangio con del buon prosciutto crudo quindi, per rendere
la ricetta più estiva possibile ho deciso di tagliare il melone a fettine
sottili ed “inserirlo nella piadina”!!! Vi piace?
Piadina fresca con melone e
prosciutto
Ingredienti per le piadine:
per 6 piadine
500 g di farina 00
125 g di acqua
125 g di latte parzialmente scremato fresco
100 g di strutto
15 g di lievito per torte salate
10 g di sale fine
1 pizzico di bicarbonato di sodio
Per la farcitura:
Melone qb
2 hg di Prosciutto crudo di Parma
Procedimento
Fate scaldare al microonde il latte e l’acqua per pochi secondi
in modo che siano tiepidi. Lasciate ammorbidire lo strutto mezz’ora circa fuori
dal frigorifero. Su di un tagliere disponete la farina e fate un buco al centro
con la mano. All’interno mettete lo strutto a pezzetti con il lievito, il
bicarbonato e il sale, schiacciatelo con la forchetta per ammorbidirlo,
aggiungete l’acqua e il latte. La consistenza inizialmente potrebbe essere un
pochino appiccicosa e la pasta si attaccherà al tagliere ma impastando per una
decina di minuti, cambierà staccandosi e diventando molto morbida e liscia. Se
il liquido è troppo poco si sfalda e risulta un po’ dura. Mettete l’impasto in
una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti. Lasciate riposare 48 ore
al fresco, massimo 20°C, se fosse più caldo potete lasciare riposare la pasta in
frigorifero e metterla a temperatura ambiente 2 ore prima dell’uso. 
La pasta
ottenuta sarà circa 850 grammi, dividetela in 6 pezzi da 140 grammi circa e
formate delle palline, lasciatele riposare almeno mezz’ora. Infarinate appena
il tagliere e disponetevi una pallina d’impasto, schiacciatela con la punta
delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che
rimanga rotonda. Avrà un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di 0,5
centimetri. Scaldate il testo o l’apposita teglia di terracotta, su un fornello
a doppia fiamma, con sotto uno spargifiamma. Se non avete nessuna di queste
teglie utilizzate una padella antiaderente piuttosto larga. La temperatura non
dovrà essere troppo alta altrimenti la piadina si brucia fuori e rimane cruda
all’interno, ma nemmeno troppo bassa. Potete fare una prova con un piccolo
pezzetto di pasta per regolare la giusta temperatura. 
Cuocete pochi minuti per
lato, controllate sempre alzando la piadina con una paletta. Disponete le
piadine una sull’altra in modo che rimangano calde mentre le cuocete.


Procedete con la farcitura: tagliate il melone a fettine sottili e disponetele sulla metà delle piadine, sopra appoggiateci il prosciutto crudo e arrotolatele!!! Voilà!



Con questa ricetta partecipo all’MTC di Giugno:
http://www.mtchallenge.it/2014/06/mtc-n-40-la-ricetta-della-sfida-di.html

Soufflé con speck, fontina e mozzarella

E un’altra settimana ricomincia…
chissà perché il week end vola così in fretta, e il lunedì invece sembra lunghissimo!!!!!

Voglio cominciare la settimana con
un bel soufflé, quello che l’MTC ci ha chiesto di preparare, un soufflé salato
che, a casa nostra è piaciuto moltissimo.
Questa è la tipica ricetta che se
non la provi non puoi immaginare cosa ti perdi!!! Il soufflé sembra un piatto
raffinato, adatto a palati “delicati”, il suo nome evoca una consistenza che
pare troppo leggera per avere gusto, si ha l’impressione che si tratti di un
composto formato principalmente da aria quindi insapore o quasi!!! Ma non è
assolutamente così!!! E’ delizioso!!!!
Io ho voluto dargli un sapore forte
e per questo ho messo lo speck nell’impasto, avvolto da fontina e mozzarella,
una sorta di soufflé valdostano!!! Il contrasto di sapori è dato poi dalla
salsa accompagnatoria, a base di gorgonzola dolce, che versata sul soufflé lo
rende davvero speciale… Ve lo consiglio vivamente!!!
SOUFFLE’ CON SPECK, FONTINA E MOZZARELLA

Ingredienti:
Per il soufflé ( 8
cocotte):

300 ml di panna fresca
3 cucchiai da minestra di maizena
30 g di burro + quanto basta per ungere gli stampi
6 uova medie
150 gr di speck
150 g di fontina
Una mozzarella
noce moscata, sale, pepe
Formaggio grattugiato.

Per la salsa al gorgonzola:
500 ml di brodo vegetale
250 gr di gorgonzola dolce
1 pera abate
Una noce di burro

Procedimento (come spiega Fabiana)
 Preriscaldare il forno a 200°.
Imburrare generosamente le cocotte
che devono essere pulite ed assolutamente asciutte, ungere fondo e bordi. Spargere
il formaggio grattugiato negli stampi in modo che ne siano interamente
ricoperti avendo cura di non toccare più l’interno con le dita.
Riporre in frigo fino al momento del
riempimento, volendo anche in freezer. Non trascurare questo passaggio!!
Ripassare ancora i bordi con un altro poco di burro pomata e raffreddare
nuovamente.
Mescolare la maizena con poca panna
fresca fuori fuoco.
Portare ad ebollizione la restante
panna, raggiunto il bollore unire il mix panna maizena mescolando sempre.
Abbassare la fiamma e proseguire la
cottura aiutandosi con una frusta a mano fino ad ottenere una crema spessa.
Allontanare dalla fiamma ed unire il
burro avendo cura di continuare sempre a lavorare.
Rompere le uova  tenute a
temperatura ambiente, separando i tuorli dagli albumi, avendo cura di non
toccare questi ultimi con le mani.
Unire i tuorli uno alla volta,
incorporandoli alla perfezione prima di introdurre il successivo.
Tagliare lo speck a cubetti e
frullarlo in un mixer, poi aggiungerlo al composto.
Tagliare a pezzetti sia la fontina che la mozzarella, unire alla massa e mescolare.
Salare, pepare, aggiungere la noce
moscata e mescolare bene.
Montare gli albumi a neve.
Con delicatezza ed in più riprese
unire gli albumi montati, badando bene di non smontarli.
La massa deve risultare ben
omogenea.
Versare negli stampi arrivando solo
ai 2/3 della loro altezza.
Lisciare delicatamente la superficie
con la spatola.
Infornare immediatamente e cuocere
senza mai aprire per 15/18 minuti a 190 gradi.
Prepariamo la salsa: Prendere il
brodo preparato con acqua, carota, sedano e cipolla, portarlo ad ebollizione.
Nel frattempo tagliare a cubetti la pera sbucciata e privata del torsolo ed
aggiungerla al brodo. Proseguire con la cottura per circa 10 minuti finchè la
pera si sarà completamente cotta.
Con un minipimmer riducete in
poltiglia il composto.
Aggiungete il gorgonzola dolce
tagliato a cubetti ed una noce di burro, con una forchetta continuate a
schiacciare il gorgonzola ed amalgamatelo alla salsa. 

 Con questa ricetta partecipo all’MTC di Marzo:
http://www.mtchallenge.it/2014/03/mtc-n-37-la-ricetta-della-sfida-di.html

Stelline di polenta ai formaggi

E come al solito, come ogni santo
anno, il Natale è alle porte e io non ho ancora comprato i regali!!!! Sono
fatta così, rimando sempre, anche nelle cose quotidiane, e poi mi faccio
prendere dall’ansia perché mi rendo conto di essere in enorme ritardo sulla
tabella di Marcia!!!!

E mio marito non mi è di grande
aiuto perché è peggio di me!!!

Questo week end cercheremo di
recuperare anche se il problema non è legato soltanto alla necessità di andare
a comprare qualcosa, ma alla necessità di scegliere COSA comprare!!!

Poi, con questo freddo mi passa
anche la voglia di mettere il naso fuori… è così bello accoccolarsi sul divano
con una calda coperta addosso e una bella tazza di tè in mano!!!! Fosse per me
ormai sono diventata talmente pigra che uscirei solo per necessità!!!!

E se la pigrizia “la fa da
padrona”, anche in cucina spesso c’è bisogno di ricette veloci!!! Per questo
motivo oggi vi consiglio un antipastino veloce da preparare con la Polenta
Valsugana che ci mette solo 10 minuti a cuocere!!! Ovviamente potete anche
sostituirla con normalissima farina di mais a lenta cottura.

Queste stelline di polenta
arricchite con mozzarella e gorgonzola sono molto carine anche da servire a
Natale o l’ultimo dell’anno, in attesa sei sontuosi primi piatti!!!!!

STELLINE
DI POLENTA AI FORMAGGI

Ingredienti:

375
gr di Polenta Valsugana

1.5
Litri d’acqua

Sale
qb

2
mozzarelle

150
gr di gorgonzola dolce

30
gr di burro

Stampino
stella

Procedimento:

Tagliate
a cubetti i formaggi.

Preparate
la polenta mettendo a bollire 1,5 litri di acqua salata, poi aggiungete la
farina versandola a pioggia continuando a mescolare nello stesso senso per 6
minuti.

A
questo punto aggiungete i formaggi e il burro e mescolate fino a completo
scioglimento (circa 3 minuti).

Versate
la polenta in una teglia allo spessore di circa 1 cm e lasciate raffreddare.

Quando
la polenta sarà completamente fredda, prendete uno stampino a forma di stella e
ricavate tutte le stelline possibili.

Servite
calde o fredde a piacere. Io di solito e me metto in forno per qualche minuto,
prima di servire.
A presto!
More
CONSIGLIA Frittata di spinaci