Dolci/ Frutta/ Marmellata/ Pesche/ Senza categoria

Confettura di pesche

Mi
piace tantissimo preparare le confetture in casa, mi piace persino l’atto
fastidioso di sbucciare la frutta! Mi piace sentire la pelle delle dita che si
raggrinzisce per la troppa umidità! Mi piace vedere la schiumetta che si forma
in pentola durante la cottura, mi piace vedere i vasetti allineati e capovolti
in attesa che la confettura si raffreddi, mi piace l’assaggio della gloria,
quello che mi fa dire “Brava Morena, ottimo lavoro!”.
Come
per ogni pietanza, ciò che si produce in casa ha un sapore diverso, sa di
buono, e lo mangio più volentieri perché so quello che contiene.
Ci
tengo anche a mostrarvi le etichette che ho stampato per la mia confettura di
pesche, rendono il vasetto ancora più invitante e soprattutto perfetto per fare
un bel regalino! Ho inserito il nome del blog, la descrizione del contenuto e
il mese di realizzazione, per avere una sorta di promemoria di scadenza. Cosa
ne dite, vi piace l’idea?
 
Confettura
di pesche
 
Ingredienti
1 Kg di pesche a polpa gialla (peso senza
nocciolo quindi circa 1,2 kg prima di snocciolarle)
380 gr di zucchero
Il succo di un limone
 
Procedimento:
Lavate e sbucciate le pesche, togliete il
nocciolo e tagliatele a pezzetti.
Frullatele velocemente con un mixer.
Mettete in una pentola le pesche, lo zucchero
e il succo di limone.
Cuocete a fuoco basso, mescolando spesso con
un cucchiaio di legno, per circa 40/50 minuti; rimuovete la schiuma che si
creerà in cottura. Quando il composto inizierà ad addensarsi, continuate a
mescolare fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Per capire se la
confettura è pronta, prendetene un cucchiaino, mettetelo in un piatto e se,
capovolgendo in verticale il piatto, la confettura non colerà, è pronta!
 

 

 
Mettete la marmellata ancora calda nei vasetti già sterilizzati, riempiendoli fino
alla riga della filettatura (a circa un centimetro dal bordo finale del
vasetto), pulite le eventuali sbavatura, chiudete bene e capovolgete
immediatamente il vasetto.
Lasciate i vasetti capovolti fino al
raffreddamento, poi girateli e fate la prova del sottovuoto: schiacciate al
centro del tappo e se non fa CLIC, il sottovuoto è stato creato correttamente!
E adesso preparate le etichette per rendere
più colorate e personali le vostre confetture!
 
 
 

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    serena
    16 settembre 2014 at 12:05

    Ciao Morena!!! Adoro anch io fare le marmellate, tutto il processo ha un che di magico e quest'anno ne ho fatte di diversi gusti. La trovata dell'etichetta è fantastica!!! Da copiare SUBITO!!! o meglio, con le prime fragole, in primavera. Mi piacciono molto anche gli accostamenti cromatici, l'arancio, oltre a richiamare il colore delle pesche, spicca tantissimo sul nero. Baci, bella!!

  • Reply
    An Lullaby
    16 settembre 2014 at 14:14

    Gnam!Che aspetto divino!!A me piace densa e compatta proprio come questa! Credo che "appesantirei" le mie fette biscottate più del solito, se ne avessi un bel barattolino in casa! ^_^

  • Reply
    Silvia Musajo
    17 settembre 2014 at 16:39

    Ciao Morena, oltre che essere divertente le confetture se fatte in casa sono moooolto più buone…
    Bellissime le tue etichette!
    Baci!

  • Reply
    Sweet Angel
    17 settembre 2014 at 22:16

    No, ma che spettacolo!!!
    Sia la marmellata che le etichette!!!
    Pure io le voglio!! 😛
    Bravissima

  • Reply
    sississima
    24 settembre 2014 at 10:40

    la confettura di pesche è una delle mie preferite…e quelle etichette…sono fantastiche!!! Un abbraccio SILVIA

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais