Carne/ Carote/ Secondi piatti/ Senza categoria/ Vino

Brasato al Barbera a modo mio!

A casa nostra le verdure non sono molto apprezzate, a dire la verità mangiamo soltanto ciò che può essere eventualmente tritato e inserito come “condimento” delle pietanze, ad esempio le carote per fare il brasato o da aggiungere al sugo alla bolognese, o frullate per farne una torta; 
Non mangiamo insalata o verdure a foglia.
Amiamo però i tuberi e i legumi quindi via libera a patate, piselli, fagioli etc…
Ovviamente compensiamo l’assenza di verdure nella nostra alimentazione con un elevato consumo di frutta e yogurt che apportano le vitamine essenziali per una vita equilibrata.
Vi dico ciò perchè il brasato che sto per proporvi oggi contiene soltanto carote e cipolle, niente sedano o altre sostanze verdi!!!! Ma vi assicuro che in questo modo il sapore della carne e del vino in cui è imbevuta viene esaltato al massimo, senza essere coperto dal gusto particolare del sedano.
Luca ritiene che questo sia uno dei miei “piatti forti”. 
Con la “pucia” che se ne ricava (la Pucia in Piemontese è il sughetto), si condiscono gli Agnolotti Piemontesi.
BRASATO AL BARBERA
Ingredienti:
1Kg di polpa di manzo
1 litro di vino Barbera
Una cipolla
3 carote grandi
Mezzo spicchio d’aglio
50gr di burro
Olio EVO
Mezzo dado di carne
Pepe nero
Procedimento:
Tagliate a rondelle le carote e sminuzzate la cipolla e l’aglio.
In una pentola antiaderente a bordi alti mettete a soffriggere il burro e l’olio EVO, aggiungendo mezzo dado.
Prendete la carne, asciugatela con carta assorbente e adagiatela nel tegame, giratela più volte in modo che “prenda colore” su ogni lato.
A questo punto versate nel tegame anche le cipolle, l’aglio e le carote; fatele rosolare per 10 minuti affinchè le carote possano iniziare ad ammorbidirsi.
Trascorso il tempo indicato, ricoprite la carne con un litro di vino Barbera (che ha un sapore molto intenso) ed un bicchiere d’acqua. Insaporite con del pepe nero.
Lasciate cuocere a fuoco lento, coprendo con un coperchio, per 2 ore girando la carne ogni 30 minuti.
Terminata la cottura riponete la carne in un piatto da portata e tagliatela a fette.
Frullate con un minipimer la salsa di carote e cipolle affinchè diventi un denso sughetto.
Guarnite le fettine di carne con il sughetto ottenuto e servite.

Consiglio: Accompagnate questo brasato con un “Amarone della Valpolicella”, vino di alta qualità, dal profumo speziato e dal sapore pieno, vellutato, robusto.


Con questa ricetta partecipo al Contest di Les Madeleines di Proust:

You Might Also Like

17 Comments

  • Reply
    Mary
    26 febbraio 2012 at 17:43

    Mia cara, a vederlo sembra uno spettacolo…mi e' venuta fameeee !

  • Reply
    Yrma
    26 febbraio 2012 at 18:06

    Veramente squisito!!!!anche senza sedano 😉 Io invece sono una consumatrice accanita di verdure ma visto il tuo risultato…va benissimo anche senza!!!!:-) P.S.Noi diciamo il pocio ;-)Bacioni!!!

  • Reply
    Sabrina
    26 febbraio 2012 at 18:21

    Morena, il tuo brasato ha un aspetto veramente invitante. Lo pregusto già mentre sorseggio un Amarone di prima qualità. Ottima scelta, anche quella di partecipare al contest!:))))
    Grazie. Un caro saluto.
    Sabrina

  • Reply
    LaMagicaZucca
    26 febbraio 2012 at 19:22

    Spettacoloso il tuo brasato..complimenti!!

  • Reply
    Ricette Leggere
    26 febbraio 2012 at 21:03

    la cucina "a modo mio" è sempre la migliore!!

  • Reply
    Sonia M
    26 febbraio 2012 at 21:05

    Te pensa che io preparo la carne per la famiglia ed io mi godo la pucia ^_^ la tua è molto ricca mi ci fionderei con un super panino!

  • Reply
    Ale
    26 febbraio 2012 at 21:17

    questo piatto incontra i miei gusti..grazie ed in bocca al lupo!

  • Reply
    Patrizia
    26 febbraio 2012 at 22:10

    Mi sembra proprio un Signor Brasato questo!! Succulento e con quel bel sughetto deve essere una delizia!! Un bacione!

  • Reply
    Emanuela - Pane, burro e alici
    27 febbraio 2012 at 9:37

    Gran bell'arrosto! Complimenti!

  • Reply
    ✿Tina✿
    27 febbraio 2012 at 10:08

    bellissima versione!

  • Reply
    La cucina di Esme
    27 febbraio 2012 at 13:19

    Deliziosa questa versione, molto confort food!

  • Reply
    Giovanni, Peccato di Gola
    27 febbraio 2012 at 13:57

    Ha ha ha come fanno a non piacervi le verdure? Io ne mangio tantissima *__* ne vado pazzo! Il problema è che in realtà ci sono troppe poche cose che non mi piacciono -.- tuttavia i brasati sono di una bontà unica! E quella salsa puccino è la fine del mondo, bravissima!!!! Buon inizio di settimana!

  • Reply
    rattoluna
    27 febbraio 2012 at 14:09

    Adoro i brasati e io pure lo cucino spesso e soprattutto apprezzo la pucia 😉

  • Reply
    La cucina di Molly
    27 febbraio 2012 at 18:14

    Ma che aspetto invitante,mi piace troppo,brava!Ciao

  • Reply
    Cuoca tra le Nuvole
    28 febbraio 2012 at 8:49

    Io sono per metà Piemontese e i tuoi commenti sulla verdura mi fanno tornare in mente le abitudini della famiglia di mio papà. Anche a me piace fare il brasato, ma di solito con il sedano 🙂
    Per l'altra metà sono ligure dove sono cresciuta) e se non c'è qualcosa di verde nei piatti che praparo mi sembra sempre che manchi qualcosa.
    Complimenti e buona giornata.

  • Reply
    Alice
    28 febbraio 2012 at 15:28

    mamma mia che bontà!!!!!!!!

  • Reply
    Dolci e Fantasie
    28 febbraio 2012 at 16:37

    ma eè super buonissimo e la presentazione rende l'idea della sua bontà bravissima ciao 🙂

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Pizza tonno e cipolla